Cerca

Manomesse ancora le gabbie per catturare le nutrie

Badia Polesine

gabbia nutrie danneggiata.jpg

La gabbia manomessa

Trovati i sensori delle gabbie manomessi e le nutrie che erano state catturate sono riuscite a scappare. Non è la prima volta che accade a Badia.
Le nutrie tornano a far parlare e ad alimentare le polemiche. Dopo le lamentele giunte per la copiosa presenza di questo animale indesiderato all’interno del territorio del comune di Badia Polesine e soprattutto nel centro cittadino, l’ amministrazione comunale ha messo in atto un’operazione di cattura che negli ultimi mesi si stava rivelando particolarmente efficace.



Ora, però, una delle gabbie posizionate ed il sensore necessario alla cattura del roditore sono stati nuovamente danneggiati. E non è la prima volta. La rottura è stata resa nota dallo stesso ufficio Ambiente del Comune, avvertito a sua volta dalla ditta Tecnoambiente, incaricata dallo scorso gennaio di posizionare le gabbie in prossimità delle tane, sopprimere gli animali e provvedere allo smaltimento delle carcasse.



Da quanto riportato nella segnalazione della ditta, la gabbia di cattura in questione è quella che si trova in via Masetti ed è stata manomessa venerdì 16 marzo. Il danno è anche servito a liberare le due nutrie catturate che si trovavano in quel momento all’interno della gabbia, ma oltre a questo il dispositivo che rileva la presenza dell’animale è stato compromesso.



Il servizio in edicola nella Voce di sabato 24 marzo
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy