you reporter

Badia Polesine

Evade tasse per 600mila euro, imprenditore nei guai

La Guardia di Finanza ha denunciato il titolare di un negozio cinese a Badia Polesine

Evade tasse per 600mila  euro, imprenditore nei guai

Un'evasione da oltre 600mila euro è stata scoperta dalla Guardia di Finanza. A finire ne guai è il titolare di un'attività a Badia Polesine, denunciato dopo attenti controlli fiscali da parte delle fiamme gialle di Lendinara.

Al termine di un'attività di controllo svolta nei confronti di una ditta individuale a Badia Polesine, infatti, gestita da un imprenditore di nazionalità cinese, la Guardia di Finanza  ha constatato che questa aveva presentato  dichiarazioni fiscali ai fini dei redditi, Iva ed Irap per gli anni d’imposta 2013-2014-2015 infedeli, occultando la maggior parte delle operazioni attive conseguite pari a 646.808,38 euro, indicando costi indeducibili per difetto di documentazione per 6.438,87 euro. Non solo, sarebbe stata evasa Iva per  141.159,62 euro,  indicando una minore base imponibile Irap per 648.536,70 euro.

L’impresa ha omesso di registrare, o ha registrato in maniera infedele, numerose fatture attive, determinando l'Iva relativa complessivamente pari a 141.162,36  euro, ed ha omesso di versare la tassa dovuta, in sede di liquidazione periodica, per 15.313,00 euro.

La ditta controllata non ha fornito alle fiamme gialle le fatture di acquisto e vendita, esibendo denuncia di smarrimento della documentazione, presentata però, in epoca successiva alla notifica di avvio del controllo. L'imprenditore è stato deferito alla Procura della Repubblica di Rovigo per il reato previsto e punito dall'art.10 D.lgs. 74/2000.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: Turatti Group
Speciali: Sagra del pesce di Chioggia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl