you reporter

Lendinara

“La nostra casa”, ci siamo quasi

“La nostra casa”, ci siamo quasi. A settembre l’inaugurazione della struttura all’interno della Casa albergo per anziani di Lendinara. Il servizio sarà fornito a sei disabili fisici adulti in monolocali attrezzati

“La nostra casa”, ci siamo quasi

Procedono spediti i lavori al progetto “La nostra casa”, il servizio innovativo per la disabilità che la Casa albergo per anziani di Lendinara, ex Ipab, sta costruendo. Il progetto è una delle tante attività che la Casa sta organizzando per far fronte alle difficoltà per gestire al meglio il bilancio, come tutte le altre Case albergo del territorio.

A darne notizia Il presidente della Casa albergo, Renzo Smolari, che precisa: “Il bilancio del 2017 è stato pareggiato attraverso la sterilizzazione del disavanzo”, una procedura di accantonamento prevista per le ex Ipab che permette di mettere da parte una fetta del bilancio, “sterilizzarlo” fino a un tetto massimo, e poi utilizzare la cifra accantonata per quadrare entrate e uscite. “La mancanza delle impegnative regionali - ha continuato Smolari - è la causa di questa situazione di sofferenza. Mancano ad oggi un terzo delle impegnative e la Regione ha pagato quindi centoventuno impegnative su centosettantotto ospiti”. Per far fronte a questa discrepanza la Casa albergo ha approvato una serie di proposte, che saranno messe in campo nel prossimo futuro per sostenere il bilancio della struttura.

A settembre, secondo il progetto, dovrebbe essere inaugurata “La nostra casa”. Il servizio sarà fornito a sei disabili fisici adulti, purché non ricevano già un contributo dall’Ulss (così l’Ulss stessa ha stabilito), i quali avranno a disposizione monolocali attrezzati con il massimo della domotica ad oggi possibile e spazi comuni al primo piano. Il progetto prevede il recupero e l’ampliamento di un fabbricato esistente, all’interno dell’area di proprietà della Casa albergo, realizzando sei stanze singole e relativi servizi, con l’obiettivo di garantire un’autonomia esistenziale a persone che vogliano rendersi indipendenti il più possibile dai genitori, specialmente in relazione al loro progressivo invecchiamento.

Questo intervento vuole inserirsi all’interno delle risposte alla legge italiana “Dopo di noi”, per garantire un futuro autonomo e un supporto alla famiglia.

La struttura è innovativa e nel territorio polesano rappresenta un’esperienza unica, anche per i materiali innovativi utilizzati per garantire il maggior risparmio energetico, oltre al comfort interno per gli occupanti e, di conseguenza, minori spese di gestione.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl