you reporter

Lendinara

Villa Luisa celebra i 50 anni

La casa alpina è di proprietà della parrocchia di Santa Sofia

Grande festa a villa Luisa a Caviola per i cinquant'anni dall'inaugurazione della casa alpina di proprietà della parrocchia di Santa Sofia, nel 1968. La casa, donata alla parrocchia dalla famiglia Ponzetti, è diventata un punto di riferimento per le vacanze estive e invernali di giovani, famiglie e anziani della parrocchia e non solo.

Negli anni la struttura è stata risistemata e ammodernata. Una bella giornata di sole ha accolto i festeggiamenti di circa 150 persone che non hanno voluto mancare all'appuntamento, compresi i ragazzi che si trovavano nella casa per il primo campo estivo. Nella chiesa di Caviola è stata celebrata la messa dal vescovo della diocesi di Adria Rovigo Pierantonio Pavanello, dal parroco di Santa Sofia mons. Vittorio De Stefani e dal sacerdote della Parrocchia della Beata Vergine della Salute di Caviola, oltre al parroco di San Biagio don Massimo e Guerra ad altri concelebranti. Ad animare la celebrazione, la corale di Santa Sofia insieme alla corale di San Biagio.

I fedeli hanno poi portato in processione la statua della Madonna fino al capitello di Villa Luisa, dove è stata solennemente ricollocata. Un pranzo luculliano attendeva i lendinaresi nel cortile della casa, alla presenza del sindaco Viaro. A ricordo di questo anniversario, è stata scoperta una targa sotto il portico di villa Luisa.

Nel pomeriggio la partenza poi per tornare a casa di chi si è riposato nelle ben note sale della casa parrocchiale e anche di chi non è riuscito a stare fermo e ha fatto una passeggiata nei dintorni fino a Canale d’Agordo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl