you reporter

Lendinara

“Falsi addetti Enel, occhio alle truffe”

L’assessore Francesca Zeggio lancia l’allarme anche in città

“Falsi addetti Enel, occhio alle truffe”

08/01/2019 - 16:32

di Alessandro Garbo

Scatta l’allarme truffe in diversi paesi e città del Polesine. Soprattutto gli anziani sono le vittime preferite di queste persone, che cercano in tutti i modi di vendere contratti e spesso si spacciano per operatori dell’Enel. Alcuni consigli semplici, ma estremamente efficaci, vengono suggeriti anche dall’assessore di Lendinara Francesca Zeggio, che ha scelto i social network e il web per far girare, il più possibile, questo messaggio: “Attenzione: Enel non manda nessuno casa per casa a leggere i contatori, se qualcuno suona al campanello non corrisponde al vero. Enel ed E-distribuzione operano costantemente sul territorio. Se non lo sapete, esiste un servizio di verifica in loco del personale Enel.

Chiamando il servizio guasti 803500 e selezionando opzione quattro, sarà generato in loco un codice univoco della durata di 20 minuti che vi identifica. È giusto sapere queste cose, il Pin poi potrà essere inserito sulla pagina qui sopra indicata per le informazioni che vi riguardano. Passate parola e soprattutto non fate vedere le vostre bollette, mai” scrive sempre l’assessore Francesca Zeggio.

Tentativi di truffa sono stati segnalati anche a Frassinelle e Canaro, qualche cittadino si è prontamente rivolto alle autorità competenti. Una donna sempre sui social ha documentato cosa le è successo: “E’ appena passato e si è fermato da me un tipo che vuole aggiornare le tariffe Enel. Non fatelo entrare e avvisate i carabinieri, starà girando per Canaro”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl