you reporter

Lendinara

Forza Italia, niente alleanze fuori dallo schieramento

Il coordinamento locale: “Non ci possiamo presentare nella stessa lista con la sinistra e i 5 Stelle”.

Forza Italia, niente alleanze fuori dallo schieramento

“Abbiamo valutato con attenzione tutte le possibili dinamiche e le evoluzioni politiche dei partiti, movimenti e gruppi di Lendinara in vista delle prossime elezioni comunali e il verdetto è stato unanime. La nostra attenzione sarà rivolta soltanto a chi è intenzionato a condividere con noi valori, principi e metodi per affrontare le sfide del domani definendo un programma comune per amministrare la città”, precisa il coordinamento locale di Forza Italia.

Dialogo e confronto sono le parole chiave che muovono il partito insieme agli altri di centro-destra, Lega e Fratelli d’Italia, che però non avrà alleanze al di fuori del proprio schieramento: “Riteniamo che nel pieno rispetto delle parti, avendo visioni e prospettive della politiche diverse dalla nostra, non ci possiamo presentare nella stessa lista con partiti, gruppi e/o movimenti che siano espressione del centro-sinistra e dei 5 Stelle. Non per mancanza di rispetto - precisano - ma perché riteniamo che, dopo un tentativo di trasversalità già provato nel passato e di certo non disatteso da parte nostra, Lendinara e l’intero paese abbiano bisogno di scelte chiare”.

Uno dei principali motivi di allontanamento è stato “l’atteggiamento assunto dal Pd nei confronti dell’attuale maggioranza e nella persona del sindaco Viaro”, lontano dagli accordi iniziali anche se sembra mutato dalle ultime dichiarazioni degli esponenti locali del partito. “Siamo stupiti di questo cambio repentino nei riguardi del sindaco ad un paio di mesi dalle elezioni perché, sentite le varie dichiarazioni negative espresse nei suoi confronti in consiglio comunale sino ad oggi, di colpo il sindaco è diventato punto di riferimento delle politiche dei dem”.

“Detto questo - conclude il comunicato - la nostra scelta non vuol dire chiudere la porta in faccia a nessuno, perché fare politica vuol dire confrontarsi. Proprio per questo ci stiamo confrontando con i gruppi e movimenti che rappresentano il mondo civico moderato locale per raggiungere un’intesa basata sempre sui quei principi, valori e metodi che ci accomunano. Tutti noi auspichiamo che le condizioni possano far sì che ci sia un Viaro-bis - aggiungono - vista la grande umiltà, capacità e sensibilità politica della persona”, anche se la sua candidatura non è ancora ufficiale.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl