you reporter

SCUOLA

Le divise del “Bari” marchiate Avis

Il presidente Turatti: “Un dono in ricordo di Enzo Benatti e al suo generoso lascito”

Le divise del “Bari” marchiate Avis

Sofia Bozzolan

BADIA POLESINE - Continua l’impegno dell’Avis comunale nel sostenere le attività degli istituti scolastici.

E’ stata una mattinata da ricordare quella di ieri, giornata in cui una rappresentanza di donatori locali ha reso possibile l’acquisto da parte dell’Ipsia “Enzo Bari” di una serie di divise da utilizzare nelle attività e competizioni sportive, contraddistinte dal logo dell’Avis.

Dopo che lo scorso anno l’associazione ha deciso di sostenere l’istituto Primo Levi, quest’anno si è invece voluto aiutare l’altra scuola superiore della cittadina. E così, poco prima del termine dell’anno scolastico, nella palestra dell’istituto di viale della Stazione è stata organizzata una piccola cerimonia di consegna di un contributo a favore dell’Ipsia da parte dell’Avis comunale, che verrà utilizzato per l’acquisto di indumenti sportivi: si tratta di diversi completi tecnici formati da magliette, canotte e pantaloncini numerati.

Marta Mancin, la responsabile di sede, ed il professore di educazione fisica Carlo Rossin hanno accolto la “delegazione” di volontari badiesi capitanata dal presidente Marco Turatti.

“Siete giovani e fate sport – sono state le parole del numero uno dell’Avis – il donare e lo sport sono aspetti legati tra loro, perché chi pratica sport conduce una vita sana, la quale a sua volta è requisito fondamentale per essere donatori. Dare aiuto alle scuole è sempre importante per la nostra associazione e speriamo che un giorno diventiate nostri associati”.

Infine il presidente dell’associazione ha ricordato Enzo Benatti, spiegando come il dono sia stato possibile grazie a una parte dell’eredità che il cittadino badiese, al momento della sua scomparsa, ha voluto lasciare all’Avis ed altre realtà di volontariato.

“Il nostro dono è anche un ricordo di Enzo Benatti – ha concluso Turatti - perché, grazie alla sua eredità, ci permette di portare avanti progetti importanti come questo”. “Le divise con il nostro logo – ha aggiunto il componente del direttivo Fabio Muraro – hanno lo scopo di far conoscere l’Avis. Già da diversi anni veniamo nel vostro istituto per promuovere quello che fa l’associazione. Al termine di questo momento – ha concluso Muraro rivolgendosi agli studenti presenti – portate il nostro messaggio anche ai vostri compagni e genitori”. La cerimonia si è conclusa con la consegna dell’assegno e le immancabili foto di rito.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: 354ª Fiera di Lendinara
speciali: Turatti Group

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl