Cerca

BADIA POLESINE

Centro storico, limitare le auto

Dal danneggiamento costante del pilomat alle transenne bypassate: “Pensiamo ai varchi elettronici”

Centro storico, limitare le auto
Dal danneggiamento costante del pilomat alle transenne bypassate: “Pensiamo ai varchi elettronici”

Sofia Bozzolan

BADIA POLESINE - Limitare o meno il passaggio delle auto in centro storico è una questione su cui sta riflettendo l’amministrazione. La problematica legata al traffico in centro storico resta d’attualità, ed emerge soprattutto in questo periodo estivo in cui, specialmente di sera, la gente esce per fare una passeggiata in tutta tranquillità.

Spesso, però, chi decide di uscire a bere qualcosa o a mangiare un gelato in piazza Vittorio Emanuele II non è del tutto immune a qualche pericolo, dal momento che l’accesso ai veicoli è consentito in tutte le ore della giornata. Senza contare, poi, che l’entrata al centro storico di qualunque tipo di mezzo in ogni ora della giornata contribuisce ad alimentare il fenomeno del “parcheggio selvaggio”, in particolare laddove la sosta dei veicoli non sarebbe consentita.

Quest’ultima problematica emerge ancora una volta soprattutto nella fascia serale, quando nella piazza municipale le auto vengono parcheggiate senza alcun tipo di criterio. Il problema, se si escludono soluzioni drastiche, appare però difficile da risolvere. In ogni caso, la giunta guidata da Giovanni Rossi sta studiando dei modi per limitare i disagi. “Quella del transito dei veicoli per la piazza è una questione difficile da affrontare – commenta il sindaco Rossi – perché decidere di vietare l’ingresso alle auto potrebbe provocare disagi, ma allo stesso tempo il divieto potrebbe essere completamente ignorato. Il fatto che il pilomat, installato per bloccare l’accesso al centro in particolari momenti, sia costantemente rotto ne è una testimonianza. Non appena viene sistemato, viene immancabilmente danneggiato, dunque non vale più la pena spendere dei soldi per le riparazioni. Abbiamo provato a mettere una transenna al posto del pilomat, ma anche questa non è sufficiente, le macchine passano lo stesso. Pure il lavoro degli agenti di polizia locale non basterebbe a risolvere il problema. Per questo stiamo studiando altre soluzioni”.

“Una di queste potrebbe essere l’installazione dei varchi elettronici per controllare gli accessi delle auto - conclude il primo cittadino - ma anche in questo caso la spesa iniziale sarebbe molto alta, e non è detto poi che, una volta in funzione, la somma venga recuperata”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy