you reporter

LENDINARA IN LUTTO

La città saluta Annamaria, vedova Chiolini

E accoglie la sua salma. Viaro: "Finanziò l’importante restauro della chiesa monumentale del cimitero"

La città saluta Annamaria, vedova Chiolini

La città saluta Annamaria Prearo e ha accolto la sua salma nella ristrutturata chiesa in cimitero insieme ai suoi genitori come ha desiderato da lei stessa. Era stata proprio la signora Prearo, infatti, vedova Chiolini, a fare una generosa donazione per l’importante restauro della chiesa monumentale del cimitero, affidato per la progettazione delle opere all’architetto Sergio Martinelli e per lo svolgimento dei lavori alla Versab Restauri di Badia Polesine, mentre il recupero degli affreschi e delle opere pittoriche è stato curato dal restauratore Silvano Cancelliere.

“Un gesto, quello di accoglierla a nome della città, in segno di gratitudine per l’attenzione che lei ha avuto per Lendinara e anche privatamente di amicizia”, ha commentato il sindaco Luigi Viaro. Annamaria Prearo era nata a Milano ma si sentiva molto legata a Lendinara, dove fu sfollata per tre anni durante la seconda guerra mondiale, dal momento che il padre era originario di qui. Nella città polesana aveva trovato di fatto una seconda casa e amicizie durature, che era tornata a salutare più volte nel corso della sua vita. Questo legame speciale di Annamaria con Lendinara è ricordato dalla targa posta all’interno della chiesa, a ricordo del suo gesto di generosa donazione, che recita: “La città di Lendinara ritrova la storica chiesa del suo cimitero per opera del restauro sostenuto dall’impegno benemerito di Annamaria Prearo a cui è perennemente grata e riconoscente”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl