you reporter

LAVORI PUBBLICI

Stazione, una grande scommessa: ecco il progetto di riqualificazione

Nel progetto un ostello, la sede della Protezione civile e una casa per le associazioni cittadine

Stazione, una grande scommessa: ecco il progetto di riqualificazione

Il Comune insiste sul progetto di riqualificazione della stazione ferroviaria badiese ed invia tutto il materiale necessario affinché l’iniziativa vada in porto. E’ da ormai diversi mesi che l’amministrazione comunale ha avviato un dialogo con le Ferrovie per cercare di dare nuova vita all’edificio di viale della Stazione, ed è proprio a questo scopo che di recente gli uffici di piazza Vittorio Emanuele II hanno redatto una relazione progettuale per un possibile recupero dell’immobile.

La documentazione è stata ora inviata e si attende quindi l’esito finale da parte delle Ferrovie, dopo che quest’ultime hanno comunque manifestato apertura nei confronti della proposta. Nella relazione, l’amministrazione comunale ha cercato di soddisfare le richieste delle Ferrovie provando allo stesso tempo di mettere a segno la riqualificazione dell’edificio, che nelle intenzioni andrebbe ad ospitare un ostello ed accogliere i volontari e la strumentazione della Protezione civile, oltre che a mettere a disposizione una sala d’aspetto per i passeggeri: è da tempo che l’associazione Badia Pro lavora ad un recupero in chiave turistica dell’immobile, dove si vorrebbe attivare un ostello nelle stanze superiori, senza però dimenticare alcuni spazi da dedicare alla Protezione civile.

Inoltre, tra proposte avanzate, c’è pure la riconversione del parcheggio deposito, dove potrebbero trovare spazio le corriere che si fermano nel viale. Non da ultimo c’è pure l’aspetto legato alla salvaguardia di un bene dismesso: qualora il progetto andasse in porto e con una maggior presenza, si contribuirebbe a scongiurare vandalismo, furti e malvivenza in generale, in una zona del Comune che talvolta è scenario di questo tipo di episodi.

Il progetto verrebbe attuato sulla falsariga di esempi già avviati con successo in altre località italiane, e se le proposte trovassero il via libera definitivo, la stazione potrebbe quindi “rinascere” grazie ad una sinergia tra autorità comunali, realtà dell’associazionismo e del volontariato cittadino e le Ferrovie italiane.

Già ad inizio anno c’era stato un incontro per parlare del futuro dell’edificio tra i rappresentanti delle Ferrovie, l’amministrazione comunale ed alcune associazioni, le cui impressioni al termine del confronto erano state positive.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl