you reporter

CULTURA

Giornate Fai, successo doppio

Il secondo ed ultimo weekend di appuntamenti conferma l’esito positivo dell’iniziativa

Giornate Fai, successo doppio

27/10/2020 - 15:52

Doppio successo per le Giornate Fai d’autunno, che domenica scorsa hanno concluso il secondo ed ultimo weekend di appuntamenti confermando l’esito positivo registrato nel corso della settimana precedente. Un altro migliaio di presenze è giunto a Badia Polesine in quest’ultimo fine settimana dedicato all’iniziativa proposta dal Fondo ambiente italiano che, grazie al lavoro dei tanti volontari scesi in campo, ha permesso di scoprire e riscoprire alcuni “gioielli” del Comune altopolesano: l’abbazia della Vangadizza, il teatro sociale e la Collezione Balzan nel cuore del centro storico, mentre nella frazione di Salvaterra erano aperte villa Valente Crocco, oggi Casa della cultura e della legalità, e villa Pellegrini Lorenzoni.

“Considerando entrambi i weekend, abbiamo contato un totale di circa duemila persone - fa sapere il capo delegazione Fai Rovigo Daniel Fusaro - Come anticipato alla vigilia dell’ultimo weekend, in questi due giorni abbiamo deciso di procedere con le sole prenotazioni. Abbiamo portato avanti le Giornate d’autunno pur tenendo in considerazione le ultime disposizioni sul Covid. Abbiamo preso in considerazione l’ipotesi di annullare l’iniziativa ma, alla fine, questa scelta all’ultimo minuto avrebbe causato solo confusione, anche in considerazione delle centinaia di prenotazioni. Ci siamo attenuti al protocollo che già avevamo adottato efficacemente nello scorso fine settimana, facendo controlli all’ingresso e accedendo solo a piccoli gruppi. Siamo molto contenti del riscontro ottenuto, anche l’assessore alla cultura Valeria Targa è giunta qui in visita e nello scorso fine settimana avevamo ricevuto il saluto del sindaco”.

Come per il weekend precedente, la maggior parte dei visitatori è arrivata da fuori provincia e l’abbazia della Vangadizza si è confermato il bene più gettonato. “Il 75% delle presenze è giunto da fuori provincia - prosegue Fusaro - alcune persone sono arrivate dal Friuli e pure dalla Toscana. L’abbazia della Vangadizza è stata la più richiesta, infatti, i posti disponibili erano esauriti praticamente già dal martedì. Inoltre, anche le visite al teatro Balzan, che si sono aggiunte in questo secondo fine settimana, hanno registrato il sold out nella giornata di domenica. A chi non è riuscito ad accedere per mancanza di posti abbiamo quindi consigliato di spostarsi a Salvaterra, dove c’erano ancora disponibilità, in modo che potesse ugualmente sfruttare questa opportunità”.

Oltre ai numerosi volontari messi in campo dal Fai, hanno contribuito alla buona riuscita dell’evento anche la Croce Rossa italiana di Rovigo, l’Associazione nazionale carabinieri di Badia, il Comitato biblioteca, l’Ats Salvaterra e Paolo Aguzzoni del Sodalizio Vangadiciense.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl