you reporter

CASA DI RIPOSO

Arriva il contributo alla Casa del sorriso

Alla struttura 65mila euro come ristoro parziale dei maggiori oneri per l’emergenza sanitaria

Arriva il contributo alla Casa del sorriso

Alla Casa del sorriso 65mila euro come ristoro parziale dei maggiori oneri sostenuti a causa dell’emergenza sanitaria. Con la recente delibera 1524/20 la giunta regionale del Veneto, nell’ambito delle misure di sostegno per l’emergenza per il Covid 19, ha stabilito l’assegnazione straordinaria di un contributo a fondo perduto per l’importo complessivo di 12.845.879,25 euro alle case di riposo accreditate per l'assistenza agli anziani non autosufficienti.

Si tratta di un sostegno economico già annunciato questa estate e che va a ristorare, almeno parzialmente, i maggiori oneri che i centri servizio hanno dovuto sostenere a causa dell'emergenza coronavirus tuttora in corso.

Anche la casa di riposo badiese è tra le strutture che beneficeranno di questo “rimborso”: alla struttura di via San Nicolò dovrebbe andare una cifra pari a 65mila euro, una somma non indifferente considerate le difficoltà in cui versano da anni le casse dell’ente.

“Si tratta di un fondo distribuito sulla base dei posti letto accreditati per ciascun centro di servizi - fa sapere il presidente del cda della struttura Tommaso Zerbinati - e che nel concreto prevede, per la Casa del sorriso, l'assegnazione di 65mila euro complessivi che verranno erogati entro il termine del 2020 e che entreranno, quindi, a bilancio quali proventi straordinari. È un indennizzo delle maggiori spese sostenute per dispositivi ed organizzazione, oltre che per la perdita di redditività per il blocco degli ingressi attuato da marzo a maggio. Ad onor del vero, non è il primo aiuto che giunge all’Ipab badiese in quanto, nelle settimane scorse, a mezzo di Azienda Zero, la Regione ha fatto pervenire 14mila mascherine ffp2, oltre ad altri dispositivi di protezione individuale, a beneficio del personale e che hanno consentito ulteriori risparmi di spesa per l'ente”.

“A nome dell’amministrazione della Casa del sorriso intendo ringraziare la Regione Veneto per il contributo - riprende Zerbinati - ma soprattutto per l’attenzione concretamente dimostrata per i centri servizi e più in generale per una delle fasce più fragili della popolazione veneta. Come Casa del sorriso ci impegniamo quotidianamente nel proteggere i nostri ospiti ed anche l’ultima tornata di tamponi eseguiti su ospiti e dipendenti questa settimana ha restituito, come di consueto, l’assenza di casi di positività”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl