you reporter

PRIMO LEVI

Così è disuguaglianza a distanza

Il dirigente scolastico conferma: “Penalizzati soprattutto i liceali, per esempio nelle lingue”

Così è disuguaglianza a distanza

Anche il Primo Levi è ripartito in modalità Ddi, ovvero didattica digitale integrata. Alla luce dell’ordinanza regionale, gli studenti delle superiori dovranno seguire le lezioni attraverso lo schermo del pc fino alla fine del primo quadrimestre.

“Il grande lavoro organizzativo è stato fatto nel mese di novembre – fa sapere il dirigente scolastico dell’istituto badiese Amos Golinelli - durante il quale il susseguirsi serrato di Dpcm e ordinanze ci ha costretto a trovare soluzioni rapide ed efficaci. Adesso si è trattato di protrarre fino al 31 gennaio le stesse strategie e modalità applicate fino al 23 dicembre. Diverse classi del triennio degli indirizzi tecnici conservano la possibilità di svolgere a scuola le lezioni di tipo laboratoriale, in giorni diversi per evitare assembramenti. Gli indirizzi liceali, che dovranno seguire tutte le lezioni a distanza, sono invece i veri penalizzati da questa Ddi, in quanto, purtroppo, le loro attività di laboratorio non sono considerate attività indispensabili”.

“Ma per chi frequenta l’indirizzo linguistico - prosegue l’analisi del dirigente scolastio - le attività a distanza nelle lingue straniere non possono essere come quelle in presenza: molto spesso il mezzo informatico storpia le pronunce, per esempio. Allo stesso modo, per chi frequenta il liceo scientifico, non poter svolgere attività di laboratorio significa perdere il senso di realtà di ciò che studia. È questione di parità e di riconoscere a tutti lo stesso diritto all’istruzione”.

“In ottemperanza alle disposizioni del Ministero – riprende Golinelli - le ore di lezione a distanza sono 5 ogni giorno, a settimane alterne non si fa la prima o l’ultima ora. Durante l’ora in cui non c’è lezione sincrona, i docenti indicano attività di approfondimento e di supporto alla didattica. I docenti possono scegliere se recarsi alla sede di servizio oppure se rimanere nella propria abitazione, ma in questo caso devono dichiarare di essere in possesso degli strumenti idonei per poter adempiere ai loro doveri professionali”.

“Nel nostro istituto – continua il dirigente scolastico - da anni c’è un profondo impegno condiviso da tutti per garantire e incrementare l’inclusione e il diritto all’istruzione per tutta la comunità scolastica, pertanto fin dal mese di novembre gli alunni con disabilità, che hanno espresso la volontà di seguire le lezioni in presenza, sono stati messi nelle condizioni di poterlo fare, con tutto il personale necessario ad ogni singola situazione. Tutti ci auguriamo che si possa tornare alla normalità quanto prima; nonostante l’impegno a tutti i livelli, manca la relazione e la presenza, dalle quali non si può prescindere, per dare efficacia all’intera azione educativa e di istruzione. Già in queste settimane sono iniziate le iscrizioni – conclude Golinelli - il prossimo fine settimana sarà l’ultimo per le attività di orientamento, non possiamo che augurarci che il nostro istituto possa confermarsi punto di riferimento per l’istruzione liceale e tecnica”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl