you reporter

Badia Polesine

Crocetta, un futuro fotovoltaico

Incontro con la cittadinanza, una proposta per risolvere il “caso” della zona industriale

Crocetta, un futuro fotovoltaico

Nell’area industriale di Crocetta potrebbe trovare spazio un parco fotovoltaico. Pur non essendoci ancora niente di definito, è questa una delle ipotesi al vaglio per cercare di trovare una soluzione per l’area artigianale che si affaccia sulla Transpolesana. Qualcosa sembra dunque muoversi su questo fronte, che potrebbe condurre all’approdo nella frazione badiese di un impianto che sfrutta i raggi del sole per produrre energia. Come detto, nulla è ancora stato deciso e, nell’eventualità che la proposta vada in porto, ci sarà comunque bisogno di ulteriori confronti. Nel frattempo, però, la realtà interessata a sfruttare lo spazio attualmente libero dell’area di Crocetta ha provveduto a presentare la propria proposta in un incontro aperto alla cittadinanza, tenutosi necessariamente via web a causa delle limitazioni dettate dal covid.

L’impianto fotovoltaico, stando a quanto fatto sapere nel corso della conferenza, sarebbe realizzato in via Selva, dunque “data la posizione del sito di localizzazione del progetto, si possono escludere effetti ambientali transfrontalieri”. Proseguendo nei dettagli del progetto comunicati nel corso della presentazione, si prevede l’installazione di vari moduli a terra, con potenza nominale complessiva di 25.027 kWp e relative opere connesse. A livello di impatto ambientale, viene ipotizzata una fase di cantiere della durata di circa 10 mesi, una fase di esercizio dell'impianto di 30 anni e una fase di dismissione della durata di circa 6 mesi. “Non vengono evidenziati effetti potenzialmente negativi sul paesaggio – si legge nelle slide presentate – in quanto l’inserimento dell’impianto è previsto su un’area con destinazione produttiva”.

Nel corso dell’incontro, a cui ha preso parte il consigliere di Adesso Badia Manuel Berengan, è stato più volte sottolineato come il potenziale investitore si sia confrontato con gli uffici comunali e l’amministrazione badiese. “Siamo ancora in una fase iniziale – fa sapere l’assessore all’Urbanistica Stefano Baldo – il progetto è stato presentato in Regione. Noi, in via preliminare, abbiamo fatto alcune osservazioni. Un incontro è già avvenuto e confidiamo venga tenuto conto di alcune prescrizioni che sono state fatte. Se così sarà, ben venga. Siamo comunque in una fase interlocutoria, per cui ci saranno altri incontri”. Da parte sua, nel corso della presentazione, il consigliere Berengan ha auspicato che il progetto, data la sua potenziale rilevanza per la comunità badiese, venga comunque presentato in una sede “ufficiale”, di modo che tutto il consiglio comunale possa capire nei dettagli come sarà sfruttata l’area produttiva che da tempo attende un utilizzo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI un viaggio tra terra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl