you reporter

LENDINARA

L’Ottobre rosa qui si fonde con l’arte

La creatività degli studenti, l’educazione civica e la sensibilità artistica protagonisti dell’esposizione

L’Ottobre rosa qui si fonde con l’arte

06/10/2021 - 14:38

Per l’Ottobre Rosa a Lendinara, la creatività degli studenti, l’educazione civica e la sensibilità artistica verso il prossimo sono i protagonisti della mostra “Corporea” in corso. Dal primo ottobre fino a sabato sarà possibile visitare la mostra “Corporea” al piano nobile della biblioteca di Lendinara in cui sono trattate tematiche importanti quali la malattia, la diversità, la fragilità e l’apertura verso l’altro. All’inaugurazione nella serata di venerdì sono state molte le autorità a presenziare ad una esposizione che porta a Lendinara i lavori artistici degli studenti del liceo artistico Ferrari di Este. Presente la vicaria del Prefetto di Rovigo Rosa Correale, il primo dirigente di polizia di Padova Cristiano Bagatello, il comandante dei Carabinieri di Rovigo Giovanni Truglio, il comandante di stazione dei Carabinieri di Lendinara Gianluca Di Benvenuto oltre al sindaco di Lendinara Luigi Viaro, all’assessore all’istruzione Francesca Zeggio e alla presidente di Lilt Rovigo M. Iside Bruschi. La mostra è stata realizzata grazie alla promozione della dirigente dell’istituto d’arte Anna Pretto e al lavoro di alcuni docenti tra cui Mario Sguotti che ha portato l’idea nella scuola. Le opere esposte sono di molteplici stili e materiali e ben interpretano le sensibilità individuali dei ragazzi.

“Avevo già iniziato il progetto un anno fa in un altro istituto perché proprio l’anno scorso nelle scuole è stata introdotta la materia educazione civica. Ogni docente è tenuto a prevedere delle ore per questa materia quindi io essendo insegnante di discipline pittoriche ho pensato di inserire questo progetto a contatto con delle realtà nel territorio; realtà che trattano di fragilità” spiega il professor Sguotti. In effetti la rete delle associazioni a sostegno della mostra è davvero significativa: Lilt di Rovigo, “Sinergia femminile” di Cagliari con l’assessorato alle pari opportunità e politiche sociali Comune di Cagliari, l’associazione L.p.s. Onlus “Lavoriamo per un sorriso” dell’Ospedale San Bortolo di Vicenza, il Centro Labiopalatoschisi e il reparto maxillofacciale dell’Ulss 8 di Vicenza ed infine l’associazione “La Fenice Onlus” di Portogruaro e l’associazione nazionale Caregiver. “Il visitatore troverà una parte pittorica, che ha preso in considerazione il corpo femminile, poi c’è la parte grafica con creazioni di manifesti per simulare una campagna pubblicitaria sui temi dell’anoressia e bulimia poi c’è la parte di design della moda in cui ci sono delle magliette a tema con stampato il logo dell’associazione L.p.s. e due arazzi realizzati a mano. Infine, la parte di scultura con ceramica smaltata e materiali alternativi” conclude il professor Sguotti.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl