you reporter

LENDINARA

Ciclabile, finalmente aperto il nuovo tratto

Adesso è possibile attraversare l’Adige-Po, tra il ponte “Nuovo” e il ponte dei Cappuccini

Ciclabile, finalmente aperto il nuovo tratto

09/10/2021 - 10:04

Aperto finalmente il nuovo tratto della ciclabile Adige-Po di Lendinara, tra il ponte “Nuovo” e il ponte dei Cappuccini. Un’occasione ideale per permettere poi la fruizione di un lungo Adigetto sempre molto apprezzato da tanti, lendinaresi e visitatori. “La soluzione vede la valorizzazione dell'ambiente con la gestione degli alberi esistenti e l'accessibilità da parte delle persone con disabilità di questo altro meraviglioso tratto di Lendinara, un risultato a più mani che rende ancora più concreta l'idea di ama la tua città”, aveva annunciato il sindaco Luigi Viaro con la conferma del progetto. Il progetto ha previsto la realizzazione di cordolo separatore nella parte sud della carreggiata di Riviera del Popolo, in modo da ricavare la pista ciclo-pedonale al posto dei parcheggi esistenti, in cubetti di porfido.

Il marciapiede che costeggia l’Adigetto è stato riqualificato, eliminando il dislivello presente con la strada e unito alla pista ciclabile, mentre la parte pedonale è stata separata dalle alberature già esistenti. La strada è stata riasfaltata ed è stata realizzata la nuova segnaletica orizzontale e verticale, compresi tre attraversamenti pedonali: il primo di fronte all’ambulatorio veterinario, il secondo alla base della rampa di salita al ponte dei Cappuccini, il terzo in corrispondenza di quest’ultimo ponte. La riqualificazione della carreggiata stradale ha comportato anche lo spostamento di cinque pali di illuminazione esistenti. Le opere hanno acquisito il nulla osta del Consorzio di Bonifica Adige Po, oltre al finanziamento del Gal Polesine Adige su Misura 7, intervento di finanziamento per le infrastrutture legate allo sviluppo del turismo sostenibile nelle aree rurali, per una cifra complessiva di 138mila euro. All’apertura del cantiere, consegnati i lavori ad aprile, era stato necessario lavorare sulla rete idrica. Questo perché durante l’esecuzione dei lavori, nella fase iniziale, sono state trovate delle linee non segnalate e/o in posizione diversa rispetto a quanto segnalato dagli enti gestori prima della stesura del progetto esecutivo. Si è dovuto quindi modificare il percorso della linea delle acque meteoriche rispetto al progetto, comportando un aggravio di alcune lavorazioni con una dilatazione dei tempi rispetto al cronoprogramma di progetto, viste anche le precauzioni da attuare durante lo scavo in vicinanza di reti tecnologiche attive.

Disposta nella carreggiata nord, si è deciso anche di aumentarne il diametro da 200 a 315 mm nel tratto compreso tra il pozzetto di adduzione dall’Adigetto e il ponte dei Cappuccini, per utilizzarla come “by-pass” della linea esistente, che serve per la pulizia delle vecchie condotte fognarie esistenti di tipo misto e che essendo disposta in vicinanza delle alberature risente della presenza delle radici, provocando malfunzionamenti periodici.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl