you reporter

Badia Polesine

Opere pubbliche, definito il triennale

La lista dei lavori in cantiere si apre con uno dei simboli della città: il museo civico Baruffaldi

Opere pubbliche, definito il triennale

13/11/2021 - 10:12

 Definito il programma triennale delle opere pubbliche. In questi giorni, gli uffici comunali di piazza Vittorio Emanuele II hanno reso note le intenzioni dell’amministrazione per quanto riguarda le opere pubbliche in cantiere per gli anni a venire. Si tratta dell’ultimo programma che l’amministrazione guidata dal sindaco Giovanni Rossi è andata ad approvare, dal momento che per il 2022 è fissata la scadenza del mandato. Probabilmente questo aspetto ha influenzato molto la predisposizione dell’ultimo piano delle opere pubbliche, dove infatti non sono stati inseriti lavori “inediti”, quanto piuttosto interventi già messi in cantiere, ma che per diverse cause ancora non sono stati realizzati.

La lista di opere pubbliche di futura realizzazione e messe in agenda per il 2022, anno in cui di fatto l’attuale amministrazione rimarrà in carica per soli 5 mesi completi, si apre con uno dei simboli della cittadina altopolesana già da tempo oggetto di restauro: il museo civico Baruffaldi. Come viene espresso nella descrizione dell’opera elaborata dagli uffici comunali, nel 2022 si prevede, o più probabilmente si spera dato che la stessa voce compariva tra gli obiettivi del 2021 nel piano pubblicato lo scorso anno, verranno ultimati gli interventi relativi alla trasformazione dell’ex palazzo Monte dei Pegni nella nuova sede della Collezione Balzan, che si trova ora nel ridotto dell’omonimo teatro sociale. Per fare ciò, si farà riferimento al contributo del bando statale “Bellezza - recuperiamo i luoghi culturali dimenticati”, per il quale si rimane “in attesa di approvazione dalla commissione per la definizione della convenzione definitiva” da parte del Ministero. A seguire, sempre per il 2022, sono previsti interventi di manutenzione straordinaria per la messa in sicurezza della viabilità comunale, per un ammontare totale di 150mila euro reperiti da fondi di bilancio.

Per quanto riguarda invece il 2023, l’amministrazione vorrà concentrarsi ancora una volta sulla messa in sicurezza degli edifici scolastici. Sono infatti programmati interventi alla scuola media Ghirardini, per un importo presunto di oltre 350mila euro, che comprendono ristrutturazione, miglioramento, efficientamento energetico ed adeguamento alle norme di sicurezza e servizi igienico-sanitari, installazione dell’ascensore, consolidamento e impermeabilizzazione della copertura. Infine, per il 2024 l’amministrazione prevede l’efficientamento di alcuni edifici pubblici.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl