you reporter

LENDINARA

Accorpamento degli asili Garibaldi e Don Minzoni

Il calo demografico ha reso inevitabile questa decisione

Una giornata per scegliere l'asilo

12/05/2022 - 09:03

Le due scuole dell’infanzia Garibaldi e Don Minzoni dal prossimo anno scolastico verranno accorpate. A darne notizia è la dirigente scolastica dell’Istituto Comprensivo di Lendinara, Laura Riviello: “Questo accorpamento consisterà in un trasloco da parte del Garibaldi nell’edificio del Don Minzoni. A causa del calo demografico il Don Minzoni il prossimo anno avrà due sezioni anziché tre, per cui ci sarà lo spazio necessario per tutti. In accordo e grazie al sostegno dell'amministrazione comunale, questo trasloco verrà gestito al fine di apportare migliorie e arricchimento a tutti i bambini. Ogni scuola manterrà i propri insegnanti, i propri collaboratori scolastici, i propri progetti e i propri servizi in essere per le famiglie”.

“Con il calo demografico già in essere – ha aggiunto il sindaco Luigi Viaro - la scuola Don Minzoni già avrebbe avuto una classe in meno e la struttura della Garibaldi necessita di interventi, quindi abbiamo colto l’occasione. Adesso si tratterà di capire i lavori per il nuovo polo scolastico per i bambini dagli 0 ai 6 anni, che speriamo possa vedere la luce a Lendinara nei prossimi anni. Ci sarà quindi da fare una valutazione per evitare di fare i lavori due volte”.

L’amministrazione aveva infatti partecipato, lo scorso anno, al Bando Regionale che consentiva la costruzione di edifici da destinare a poli per l’infanzia innovativi a gestione pubblica, presentando un progetto che coinvolge un nido comunale e una scuola dell’infanzia in modo da coprire l’intera fascia di età fino a sei anni. Era però arrivata quarta in graduatoria della Regione Veneto per ottenere il finanziamento dei lavori, ed era quindi stata esclusa dal contributo. La graduatoria è poi scorsa per alcune irregolarità nella richiesta del Comune di Arcugnano, arrivato terzo, che è stato definitivamente escluso a seguito di sentenza del Tar. La Giunta aveva quindi confermato alla Regione di voler mantenere il proprio interesse allo scorrimento della graduatoria con conseguente segnalazione al Ministero dell’Istruzione per all’assegnazione del contributo di 4 milioni 437 mila 50 euro, corrispondente al costo dell’intervento. Il Polo in progetto avrà una superficie di 1.915 mq e sarà costruito in corrispondenza dell’attuale asilo nido e sarà confinante con la scuola primaria comunale.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl