you reporter

Badia Polesine

Il Fai punta tutto sulla Collezione Balzan

L’amministrazione comunale ha sottoscritto una convenzione con il Fondo ambiente italiano.

Il Fai punta tutto sulla Collezione Balzan

14/05/2022 - 13:10

La Collezione Balzan entra nel circuito “Fai per me”. L’amministrazione guidata dal sindaco Giovanni Rossi ha recentemente deciso di sottoscrivere una convenzione con il Fai-Fondo ambiente italiano per promuovere la Collezione ospitata nel ridotto del teatro sociale. “Al fine di promuovere la Collezione Eugenio Balzan e farla conoscere ad un maggior numero di persone - si legge nella delibera approvata dalla giunta - l’amministrazione comunale ritiene opportuno aderire al progetto ‘Fai per me’ mediante la stipula di un’apposita convenzione, che avrà la durata di due anni”.

La Collezione che comprende le 49 opere pittoriche di proprietà della Fondazione Internazionale Balzan, costituita nei primi anni del Novecento da Eugenio Balzan, cittadino badiese, è aperta al pubblico tutti i fine settimana, con regolare orario di visita. “L’amministrazione comunale - si evince ancora dal documento pubblicato dagli uffici di piazza Vittorio Emanuele II - ha come obiettivo quello di valorizzare, promuovere e di incrementare l’afflusso dei visitatori della quadreria”, ed è quindi in questo senso che si colloca la recente sottoscrizione della convenzione, che garantisce agli iscritti Fai una tariffa d’ingresso ridotta a 3 euro, anziché 4 euro.

Nello specifico, il Fondo ambiente italiano, nell’ambito del progetto “Fai per me”, “perfeziona accordi con soggetti terzi garantendo agli iscritti condizioni agevolate per la fruizione dei servizi offerti”. Con l’adesione alla progettualità, il Fai si impegna a “promuovere la Collezione Balzan nonché le sue iniziative e/o attività attraverso la sezione dedicata al progetto all’interno del sito web, concedere il proprio logo affinché venga adoperato per promuovere la collaborazione, ed inoltre, laddove il soggetto convenzionato realizzi mostre, spettacoli ed eventi di rilevanza culturale, il Fai si impegna a promuoverli attraverso la newsletter istituzionale nonché mediante post dedicati tramite i social network”. Da parte sua, il Comune si impegna invece a “garantire agli iscritti Fai la possibilità di usufruire dei propri servizi a condizioni agevolate, dando visibilità all’iniziativa attraverso i propri canali di comunicazione nonché sensibilizzando il proprio personale per la migliore riuscita dell’iniziativa” ed a “promuovere il Fai sul proprio sito web, nella sezione dedicata agli enti convenzionati”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl