you reporter

Profughi, fra Cona e Bagnoli giro d'affari da 10mila euro al giorno

Fratelli d'Italia

63429

04/10/2016 - 10:27

“Un affare” da 18mila euro al giorno. Non all’anno. Al giorno. A due passi dal Polesine. E’ la cifra che finisce nelle tasche della cooperativa che gestisce i centri di accoglienza di Cona e Bagnoli di Sopra e sulla quale sono puntati i riflettori dei parlamentari di FdI.

Una delegazione di Fratelli d’Italia della sezione di Cavarzere, guidata dal presidente di circolo Michela Folli e da Andrea Manfrinato, ha accompagnato nei giorni scorsi gli onorevoli Fabio Rampelli e Walter Rizzetto nella loro visita al cento di accoglienza per migranti di Conetta. Presenti anche la responsabile di Fratelli d’Italia di Rovigo Valeria Mantovan, l’assessore padovano Marina Buffoni, il sindaco di Agna Gianluca Piva e Raffaele Zanon, sempre di Fratelli d’Italia.
“Abbiamo visto una situazione sconvolgente e disumana - ha detto l’onorevole Rampelli - con tendoni in plastica che ospitano centinaia di immigrati, esattamente 1.100, pochissime donne, nessun bambino perché sono stipati in un’altra caserma abbandonata e lì resteranno fino a tre anni".

“La cooperativa, che ha l’uso gratuito della caserma - ha attaccato Rampelli – guadagna circa dieci euro a persona per giorno sui trentacinque circa che ne percepisce. Cioè guadagna
10mila euro al giorno a Cona e 8mila a Bagnoli di Sopra”. A conti fatti, fanno 6,5 milioni di euro l’anno.
Ampio servizio sulla Voce in edicola martedì 4 ottobre

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl