you reporter

Da Rottanova mille euro per i terremotati

Cavarzere

83564

20/06/2017 - 06:50

È stato un viaggio all'insegna della solidarietà e dell’amicizia quello vissuto qualche giorno fa dal presidente e da alcuni componenti del direttivo del Comitato cittadino di Rottanova.

Un’esperienza che si aggiunge alle tante iniziative di cui il Comitato è promotore, che stavolta ha portato il gruppo a Preci, piccolo comune umbro colpito dal terremoto dello scorso autunno.


Durante i festeggiamenti della sagra paesana dello scorso anno, a Rottanova il Comitato ha organizzato una serata in ricordo di Giorgio Campaci, musicista di origini rottanovane prematuramente scomparso e presente all'iniziativa.

La serata in ricordo di Campaci si è svolta il 22 agosto e ha permesso di raccogliere dei fondi da destinare a progetti di beneficenza.

“Visto quanto accaduto a fine agosto nel Centro Italia – afferma Graziano Garbin, presidente del Comitato – si è deciso, in accordo coi familiari e colleghi di Giorgio, di destinare alle popolazioni colpite dal terremoto quanto raccolto”.

Il comune di Preci è situato in provincia di Perugia, il suo territorio ha accusato i colpi della scossa del 24 agosto e quella del 30 ottobre.

"Una delle cose che ci ha colpito maggiormente - racconta Garbin - oltre alla chiesa messa in sicurezza e agli altri edifici fortemente danneggiati, è vedere che vicino alle poche abitazioni rimaste agibili c’erano delle roulotte con tutto il necessario per vivere, pronte per essere utilizzate in caso di scosse. Un segno tangibile che la popolazione non si sente sicura”.


La delegazione di Rottanova si è recata in Umbria qualche settimana fa, il palazzo comunale di Preci non è agibile e il sindaco Pietro Bellini ha accolto gli amici veneti in uno stabile adibito a municipio.

“Il nostro contributo di mille euro – precisa Garbin – è stato devoluto all’associazione di promozione sociale “Preci e i suoi borghi”, abbiamo portato al primo cittadino di Preci una lettera del nostro sindaco Henri Tommasi, insieme a diverse pubblicazioni che riguardano la storia e la cultura di Cavarzere e di Rottanova. Tutti ci hanno ringraziato e noi abbiamo promesso di tornare a trovarli non appena sarà passato lo stato di emergenza. Ringraziamo tutta la frazione di Rottanova che, ancora una volta, ha dimostrato grande generosità e i padri canossiani di Cavarzere che ci hanno messo a disposizione il mezzo con cui abbiamo fatto il viaggio fino a Preci”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl