you reporter

Guardia di Finanza

Scoperta la grande truffa delle auto di lusso

Vendevano Maserati, Bmw e Mercedes a prezzi da saldo, ma le vetture non esistevano proprio. Un 45enne insieme ai suoi complici aveva ideato un raggiro milionario

Scoperta la grande truffa delle auto di lusso

Girava attorno ad un cavarzerano, Antonio Ferrari, 45 anni, e ai suoi complici una grande truffa sulle auto di lusso messa in piedi con base a Chioggia e ramificazioni in tutto il Veneto. Auto di lusso immatricolate all’estero, dicevano i venditori che invece avevano messo in piedi un enorme raggiro per farsi consegnare la caparra dal compratore e poi lasciarlo con un pugno di mosche in mano.

In alcuni casi, lo auto esposte in vetrina alla “Ok Auto” (questo il nome dell’autosalone), erano addirittura noleggiate proprio per finire esposte nel salone al solo scopo di attirare i clienti. E parliamo di Maserati, Audi, Bmw, Mercedes: tutti costosissimi veicoli di lusso in vendita a prezzi stracciati.

Gli acquirenti non immaginavano di certo che, una volta versato l'acconto, l’auto dei loro sogni non sarebbe mai arrivata.

Secondo le indagini di carabinieri e Guardia di finanza, gli ideatori del raggiro in appena tre mesi si sarebbero intascati un milione e passa di euro truffando ben 44 acquirenti.

Gli indagati, nell'ambito dell'indagine del nucleo di polizia economico finanziaria della guardia di finanza di Venezia e dei carabinieri della compagnia di Chioggia sono in tutto quindici.

A seconda dell’auto prescelta, la caparra andava da 5mila a 20mila.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl