you reporter

Cavarzere

Giudice di pace, paralisi col comune di Chioggia

Munari (Lega): “Possibile non si trovi un compromesso?”

Giudice di pace, paralisi col comune di Chioggia

A tenere banco nel consiglio comunale di lunedì scorso è stata ancora una volta la discussione sul giudice di pace, da due anni e mezzo una incognita riguardo alla partecipazione nella gestione da parte del comune di Cavarzere.

“Nel 2016 avevamo proposto il ritorno del giudice di pace a Cavarzere ma la nostra proposto era stata categoricamente bocciata - ricorda Pierfrancesco Munari, capogruppo della Lega - successivamente il comune di Chioggia, nel 2017, ha chiesto il pagamento al comune di Cavarzere per il servizio del giudice di pace, ma non alla cifra richiesta, 30mila euro, chiedendo di pagarne 10mila in proporzione a quanto doveva pagare Cona”. “Nel 2017 e nel 2018 non abbiamo versato un centesimo, lo stesso probabilmente accadrà quest’anno - prosegue Munari - e non capisco perché non si arrivi a un compromesso con Chioggia. Rischiamo seriamente che il giudice di pace, a questo punto, venga trasferito a Venezia, con l’aumento conseguente dei costi per tutti, cittadini in primis”.

“Abbiamo fatto questa offerta a Chioggia - la risposta del sindaco Henri Tommasi - ma non ci è mai arrivata risposta ufficiale e credo che quello che abbiamo offerto sia il costo reale dei servizi del giudice di pace, per cui non intendiamo cambiare posizione. Nel frattempo comunque ci stiamo muovendo con Venezia per capire di chiudere definitivamente questo problema che sussiste da anni, per cui spero di arrivare presto ad una soluzione chiara e condivisa da tutti”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: 354ª Fiera di Lendinara
speciali: Turatti Group

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl