you reporter

Politica

“Ipab, Tommasi relazioni sui ritardi”

Parisotto e Braga: “Cosa aspetta il direttore Badiale a chiudere i lavori? O ha poco tempo per le 5 case di riposo che segue?”

“Ipab, Tommasi relazioni sui ritardi”

Quattro anni e mezzo di cantiere e non si è arrivati ancora a metà dell’opera, l’ampliamento e la costruzione della nuova casa di riposo di Cavarzere, un cantiere che sarebbe dovuto terminare il 3 maggio 2017: il sindaco Tommasi dovrebbe dire alla popolazione come stanno effettivamente le cose e il perché di questi ritardi”. Pier Luigi Parisotto e Maurizio Braga, consiglieri comunali di lista Tricolore, intervengono sulla questione dei lavori dell’Ipab “Danielato” in Corso Europa.

“L’intervento per l’ampliamento della nuova casa di riposo, ovvero dell’ala est, ha preso avvio ufficialmente l’1 agosto 2015 - ricordano - e la durata contrattuale dei lavori sarebbe dovuta essere di 641 giorni naturali e consecutivi. Per questo l’ampliamento e ricostruzione per arrivare ai 90 posti letto, doveva essere completato entro il 3 maggio 2017”. “E’ chiaro che qualche ritardo sia sempre da mettere in preventivo quando si realizzano grandi progetti come questo - commentano Parisotto e Braga - per colpa del clima, o per l’esigenza di piccole modifiche al progetto originario, per delle varianti in corso d’opera. Ma qui pare che siano altri i problemi, visto che i lavori per la nuova casa di riposo sono più o meno arrivati a metà, ma i giorni di ritardo dalla consegna sono 911, due anni e mezzo circa, che sommati ai 641 giorni di durata contrattuale fanno 1552 giorni: quattro anni e mezzo”.

Parisotto e Braga si chiedono perché il direttore dell’Ipab “Danielato”, Mauro Badiale, nella sua veste di Responsabile unico del procedimento (Rup) non abbia ancora concluso i lavori. “Cosa sta aspettando il Rup a concludere i lavori? - chiedono - ci sono problemi di ordine tecnico economico o sta valutando eventuali modifiche al progetto originario? O magari gli manca il tempo fisico per seguire questo progetto, visto che da tempo è impegnato a dirigere altre quattro case di riposo in Veneto, da Melara ad Adria, da Papozze a Conselve”.

Parisotto e Braga affondano il tackle sul consiglio di amministrazione e sulla maggioranza di centrosinistra. “Il cda, composto dai rappresentanti dei partiti di maggioranza e alla guida del Comune di Cavarzere - aggiungono - da Sabrina Perazzolo segretaria del Pd e presidente del consiglio comunale a Chiara Tasso e Fabrizio Bergantin, consiglieri comunali e componenti del cda dell’Ipab, oltre a Elisa Fabian capogruppo di Leu in municipio e il trio Heidi Crocco, Lorenzo Baracco e Lisa Armarolli, rinnegati dal loro stesso partito, Sinistra Italiana, che sostengono la terza consigliere del cda Ipab, Michela Ronchi. Nessuno dice alcunché”. “Sarebbe il caso che il sindaco Tommasi informasse la popolazione, crediamo sappia, o almeno dovrebbe sapere, qual è lo stato dell’arte - concludono Parisotto e Braga - o magari aspetterà l’ennesimo contenzioso, come quello che è in atto già per i lavori di ampliamento dell’ala ovest, quella della palazzina destinata a ufficio e servizi per la persona per un importo di quasi 500mila euro. Giusto per scaricare su chi verrà dopo di lui il problema. Se a breve non ci saranno risposte convincenti, provvederemo a segnalare il tutto agli enti preposti al controllo”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: Teatro Sociale di Rovigo
speciali: Camera di Commercio e Cna: un mondo di opportunità per le imprese

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl