you reporter

Politica

Sinistra Italiana: “Cittadella e liceo, promesse vane”

Il partito di maggioranza critico col sindaco Tommasi: “Il bando per la vendita di quote e immobili non c’è, la sezione delle superiori nemmeno”

Sinistra Italiana: “Cittadella e liceo, promesse vane”

Cittadella socio sanitaria, scuole e quella promessa di portare una sezione del liceo scientifico a Cavarzere. Il circolo locale di Sinistra Italiana ricorda la parola data dal sindaco Henri Tommasi e dalla sua giunta, non ancora onorata. “Nel difficile tentativo di recuperare un po’ di consenso nella città, il sindaco e gli assessori comunali se ne escono nella stampa locale con dichiarazioni di intenti che, alla fine, possono tradursi solamente in dannose aspettative” esordisce Sinistra Italiana in una nota.

“A gennaio 2019 Tommasi informò la nostra comunità di aver inoltrato domanda per ottenerne una sezione del liceo scientifico a Cavarzere” ricordano da Sinistra Italiana. Era stata infatti lanciata dell’amministrazione comunale la proposta di poter staccare una sezione del liceo scientifico di Chioggia e portarla a Cavarzere. L’idea arrivava dal sindaco Tommasi, che aveva fatto presente di aver già inoltrato domanda agli enti preposti della città metropolitana di Venezia per poter far partire un corso a Cavarzere, in coordinazione con il liceo scientifico “Veronese” di Chioggia, dato che il preside è lo stesso dell’Ipsia “Marconi”. “La scuola avrebbe potuto essere operativa entro due anni con due prime classi - continua il circolo di sinistra - e sempre Tommasi inoltre affermava di avere già individuato la possibile sede nell’ultimo padiglione della scuola Dante Alighieri. A tal proposito sarebbe interessante sapere se è lo stesso padiglione che a partire da gennaio 2020 accoglierà i bambini della scuola materna Collodi”. Ricorda così Sinistra Italiana, puntualizzando i ritardi del restauro della scuola materna, che farà spostare i bambini nel plesso delle elementari. Il sindaco sperava di iniziare nell’anno scolastico 2019-’20, poi si è detto sicuro di farlo per quello successivo”. Per quanto riguarda la Cittadella socio sanitaria, del famoso bando regionale per la vendita delle quote pubbliche e degli immobili, ancora non vi è traccia.

“Sempre a gennaio 2019 il sindaco comunicò a mezzo stampa che il bando per la gara pubblica riguardante la vendita ai privati della Cittadella socio sanitaria di Cavarzere era imminente e questo gli era stato comunicato dell’assessore regionale Lanzarin, in un incontro tenutosi nello stesso mese” ricorda Sinistra Italiana. “In quell’occasione Tommasi parlava di ‘qualche settimana di attesa e poi si vedrà effettivamente chi parteciperà’ - prosegue la nota - l’assessore delegato Heidi Crocco aggiungeva ‘Il futuro della Cittadella socio sanitaria è una questione molto delicata all’amministrazione comunale perché porterà al bando di vendita al brano che aspettavamo già nel 2018’”. “Alla fine del 2019 saranno trascorsi due anni da quando la regione Veneto, governata dalla Lega del presidente Zaia, decise per la completa privatizzazione della Cittadella socio sanitaria - chiosa Sinistra Italiana - ma del bando regionale nel frattempo si è persa ogni traccia”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: Teatro Sociale di Rovigo
speciali: Camera di Commercio e Cna: un mondo di opportunità per le imprese

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl