you reporter

IL CASO

“Serve una rotonda all’incrocio della morte”

“I residenti avevano già protocollato una petizione. Il Comune non si è mosso con Veneto Strade”

“Serve una rotonda all’incrocio della morte”

Un altro incidente, piuttosto grave, lungo la strada regionale 516 nell’incrocio con la provinciale 88 che porta a Rottanova passando per la frazione di Coette. E’ accaduto l’altro pomeriggio. Si è ribaltata un’automobile, il conducente, un giovane, è stato portato via in gravi condizioni.

“Un altro terribile scontro in un incrocio che negli ultimi anni ha generato diversi incidenti, alcuni dei quali purtroppo mortali - ricorda il capogruppo della Lega, Pierfrancesco Munari - per questo in più di una circostanza si era parlato di realizzare una rotonda in corrispondenza dell’incrocio, in modo da permettere l’accesso in sicurezza nella regionale”.

“Recentemente 150 residenti di quella zona avevano sottoscritto un documento, poi protocollato in Comune a Cavarzere chiedendo che l’amministrazione comunale si facesse portavoce con Veneto Strade, che gestisce la regionale 516, rispetto alla problematica” ricorda Munari.

“Però, come in tanti altri casi, l’amministrazione comunale non se ne è mai interessata - prosegue Munari - e Veneto Strade nemmeno sarà a conoscenza della situazione. Invece è necessario un intervento immediato, perché quell’incrocio è pericoloso e serve una limitazione della velocità. Peraltro i platani rendono scarsa la visibilità per chi si deve immettere dalla provinciale”.

“Per questo chiediamo a gran voce all’amministrazione comunale - conclude il capogruppo della Lega - affinché quanto prima si interessi di questa vicenda e cerchi di esperire ogni tentativo con Veneto Strade e con gli enti di competenza per portare a casa un risultato che metta in sicurezza l’incrocio”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 1
  • Nik12

    12 Settembre 2020 - 08:08

    E per lei le rottonde sono più sicure ? Per me e semaforo il più sicuro anche perché le rotonde certe persone non danno mai la presenza e si buttano di corsa in strada e senza mettere le frecce

    Rispondi

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl