you reporter

BAGGIOLINA

“100mila euro per un ponte inutile”

La rabbia di Parisotto: “Intervento lungo e costoso, per ritrovarsi limiti peggio di prima”

“100mila euro per un ponte inutile”

“Solo a Cavarzere poteva succedere: sono stati spesi 100mila euro per riaprire un ponte con portata limitatissima e un po’ di “stucco e pittura”. Sbotta, il consigliere Pierluigi Parisotto.

“Il ponte di Baggiolina e il ‘ponaro archeologico’ - attacca l’ex sindaco - dimostrano l’incapacità del sindaco sindaco e dell’intera giunta, mal assistiti dai tecnici da loro nominati. La consolazione è che tra pochi mesi toglieranno il disturbo e passeranno alla storia come ‘demolitori di Cavarzere’”.

È passato circa un mese dall’inaugurazione del ponte di località Baggiolina, restaurato e modificato a causa di cedimenti strutturali, e il consigliere comunale Pierluigi Parisotto - capogruppo della lista tricolore - esterna nuovamente le sue osservazioni e perplessità rispetto all’intera cronistoria del progetto terminato dopo 17 mesi dall’inizio dei lavori e con non poche limitazioni: senso unico alternato, limite di velocità di 30 km/h, portata massima di 10 tonnellate, e la larghezza massima del veicolo in transito di 2.4 metri.

“L’intera vicenda riguardante il ponte di Baggiolina - iniziata male e finita peggio - la si legge nell’atto finale di collaudo, dove l’ingegnere collaudatore dichiara e prende atto che ‘le vecchie fondamenta del ponte non sono state oggetto di intervento’. Solo questo sindaco incapace poteva approvare, con la sua giunta, un progetto di manutenzione straordinaria del ponte di Baggiolina, spendendo 100mila euro per renderlo a portata limitata di 10 tonnellate (mai avuta prima), in mezzo alla campagna, dove potrà passare solo un trattore senza rimorchio: che bel servizio alle attività della zona”.

“Ma andiamo con ordine - continua - dopo la tragedia del ponte Morandi di Genova, il ministero delle Infrastrutture chiese a tutti i Comuni di fare il censimento dello stato di manutenzione dei ponti e viadotti di competenza, e il comune di Cavarzere con i suoi tecnici predispose un elenco che il 30 agosto 2018 spedì al ministero, firmato dal vicesindaco Paolo Fontolan, e composto da 16 opere con al primo punto proprio il ponte di Baggiolina, ritenuto bisognoso di urgente manutenzione. Nonostante l’urgenza ad intervenire, per scongiurare danni e tragedie ulteriori, il sindaco Henri Tommasi, il vicesindaco Paolo Fontolan, e gli inutili assessori lasciano passare ben 7 mesi prima di chiuderlo al traffico (marzo 2019), senza sapere cosa fare: dei veri irresponsabili. Solo il 9 maggio 2019 il dirigente ai lavori pubblici si ricorda del ponte, e conferisce l’incarico ad un professionista esperto esterno, per verificare effettivamente le condizioni del ponte”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl