you reporter

PROTEZIONE CIVILE

Il grazie agli Angeli in giallo in prima linea nel lockdown

Amministrazione, “Cuore Amico” e “Avis” hanno consegnato nuovi giubbotti “d’onore” ai volontari della Protezione civile

Il grazie agli Angeli in giallo in prima linea nel lockdown

Amministrazione, “Cuore Amico” e “Avis” hanno consegnato nuovi giubbotti “d’onore” ai volontari della Protezione civile per l’attività svolta da febbraio a giugno, i mesi più duri dell’emergenza sanitaria, durante i quali i volontari hanno effettuato la spesa a domicilio, consegna dei buoni spesa, confezionamento e consegna delle mascherine e l’aiuto ai medici di famiglia.

Lo scorso giovedì sera, a palazzo Danielato si è tenuta una piccola ma significativa cerimonia: le associazioni “Cuore Amico” e “Avis” di Cavarzere hanno voluto dare un segno tangibile di riconoscenza ai volontari della Protezione civile, consegnando loro giubbotti con i loghi di “Cuore Amico”, “Avis” e ovviamente anche della Protezione civile stessa.

La cerimonia si è svolta con la presenza del sindaco Henri Tommasi, dell’assessore ai Lavori pubblici, Cinzia Frezzato, e dell’assessore alle Politiche sociali, Heidi Crocco.

È stato il primo cittadino ad aprire la serata rammentando l’opera che i volontari di Protezione civile hanno svolto nei mesi più critici, da febbraio a giugno, soprattutto nel periodo di piena emergenza sanitaria: attività molto importanti per tutta la comunità e per questo il sindaco ha espresso a nome di tutta l'amministrazione - ma anche e soprattutto a nome di tutta la comunità cavarzerana - una immensa gratitudine. Inoltre, il primo cittadino ha ricordato: “È stato aperto, ed è ancora aperto, un conto corrente dedicato alla Protezione civile”.

La parola è poi passata a Lino Tordin, presidente del gruppo dei volontari di Protezione civile, che ha ripercorso punto per punto tutto ciò che i volontari hanno compiuto: spesa a domicilio, consegna dei buoni spesa, il confezionamento e consegna delle mascherine (con più di 6000 campanelli suonati per almeno due volte), l’aiuto ai medici di famiglia, oltre alla fatica fisica dei chilometri percorsi, ma anche la paura dell’eventualità di contrarre il virus. Infine, il sindaco, gli assessori Crocco e Frezzato, la consigliera Chiara Tasso hanno ringraziato per la vicinanza, la presenza e l'aiuto in tutto ciò che era necessario fare; inoltre, parole di elogio e di ringraziamento per i volontari sono state poi espresse anche da Giorgio Berto, responsabile locale di “Cuore Amico”, dal professor Mario Frazzetto e Luigi Sturaro in rappresentanza dell’Avis.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl