you reporter

LAVORI PUBBLICI

“Asfaltare così provoca danni”

La rabbia del consigliere Pasquali: “Poi si dovrà rispaccare tutto per sistemare le condotte”

“Asfaltare così provoca danni”

"Asfaltature e basta!", è l’esclamazione del consigliere comunale di minoranza Emanuele Pasquali, che interviene rispetto al progetto di asfaltatura che l’amministrazione comunale sta portando avanti dal mese di agosto.

"Sto vedendo ancora una volta uno spreco enorme di risorse economiche dei cittadini di Cavarzere - inizia il consigliere Emanuele Pasquali - Asfaltare è diventato lo specchietto per le allodole del sindaco Henri Tommasi e di quello che resta della sua giunta".

"Le vie 21 maggio e 4 novembre della frazione di Boscochiaro saranno interessate nei giorni prossimi dall'asfaltatura. A fine agosto ho presentato un’interrogazione comunale nella quale ho chiesto che ci fosse un tavolo di confronto con Acquevenete per decidere insieme sui prossimi lavori e sulle tubazioni che devono essere sostituite, ma non ho ricevuto alcuna risposta - chiarisce il consigliere - Ogni mese in queste vie c'è una perdita e le strade sono diventate un colabrodo. Ma dove vivete? Che senso ha intervenire con un nuovo strato di manto stradale e dopo pochi giorni intervenire per ripristinare le tubazioni ? Acquevenete ha rimborsato il comune di Cavarzere di circa 60 mila euro, e questa cifra è stata introitata dalle casse comunali e destinata per il piano asfaltature, senza fare alcun ragionamento sulle condotte idriche".

Poi Pasquali continua, riferendosi alla giunta: “Ma a qualche amministratore non è passato per la testa che, in concomitanza con i lavori di asfaltatura, sarebbe stato il momento di sostituire le vecchie tubazioni sottostanti e risolvere per sempre sia il problema delle inondazioni e le perdite della rete idrica. Non posso tacere di fronte all’ennesimo spreco di denaro. Perché non avete usato i fondi di Acquevenete per la sostituzione delle condotte? Chi pagherà i danni che tra qualche mese dovremmo affrontare per ripristinare le rotture? L’asfalto doveva essere steso dopo la sostituzione delle condotte - sbotta -Questo, amministratori e sindaco, si chiama ‘danno erariale’: finanziare quest’opera senza prevedere i sicuri danni è da irresponsabili politici”.

“Prima il piano delle asfaltature di circa 900mila euro, che poteva essere finanziato dalla Regione Veneto con il 50% - ma per il quale nemmeno è stata presentata la domanda - e adesso questi interventi solo quale strumento di campagna elettorale. Fermatevi - conclude il consigliere - altrimenti sarete chiamati a pagare i futuri danni”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl