you reporter

ULSS 3

Parte la lotta contro la violenza sulle donne

Nasce il nuovo protocollo: la carta coinvolge un’intera rete metropolitana di istituzioni

Parte la lotta contro la violenza sulle donne

Ulss 3, nasce il nuovo protocollo veneziano contro la violenza sulle donne: la carta contrasta la violenza di genere coinvolgendo un’intera rete metropolitana di istituzioni trasversali.

Nasce il nuovo protocollo veneziano e l’Ulss 3 è capofila dell’iniziativa che ha promosso la sottoscrizione del documento di 43 istituzioni cruciali del territorio. La carta che condanna e contrasta la violenza di genere coinvolge l’intero territorio dell’azienda sanitaria, raccogliendo una pluralità di soggetti trasversali. Da domani, 5 novembre, si muoveranno in sinergia per aiutare le donne vittime di ogni genere di abuso, convogliando in un’unica rete le iniziative già presenti nel territorio e partorendo insieme nuovi percorsi.

Al suo interno, il documento coinvolge attivamente tribunali, procura, università, forze dell’ordine, comuni, città metropolitana, uffici scolastici, sindacati, istituti d'accoglienza per minori, cooperative, centri antiviolenza pubblici e privati, ordini professionali di ogni tipologia (come quello dei medici, dei farmacisti, degli psicologi, dei giornalisti, degli assistenti sociali) e molti altri protagonisti.

Ognuna di queste istituzioni si impegna a promuovere al suo interno e a estendere al suo esterno le buone pratiche di sensibilizzazione contro la violenza di genere, ad attivare risorse e progetti comuni per contrastare la discriminazione e l’abuso sulle donne, a condividere tra loro procedure codificate di accoglienza e presa in carico delle vittime (compresi eventuali figli minori), ad attivarsi nei confronti degli uomini autori di violenza per prevenire comportamenti maltrattanti e ridurne la recidiva, a promuovere l’aggiornamento professionale all'interno degli ordini per specializzare i lavoratori nella gestione di queste tematiche, a promuovere campagne di prevenzione e informazione verso i cittadini, a sostenere percorsi educativi rivolti alle scuole contro la violenza di genere, a elaborare i dati in proprio possesso relativi al fenomeno sulla violenza per studi, ricerche, report ciclici.

Domani mattina, alle 10, ci sarà il primo incontro tecnico operativo virtuale: i rappresentanti dei 43 soggetti sottoscriventi si collegheranno da remoto con l’Ulss 3. “Nel corso del primo incontro in videoconferenza della nuova rete antiviolenza, verranno anche individuati i soggetti con cui attivare i prossimi tavoli d’azione - dice il direttore generale Giuseppe Dal Ben - Si tratta di un primo passo indispensabile per coordinare i lavori e rendere la rete realmente ricettiva alle esigenze delle donne vittime di abusi”.

Saranno Ulss 3 e centri antiviolenza a istituire anche i tavoli futuri per rafforzare la nuova rete territoriale: coinvolgeranno di volta in volta soggetti diversi aderenti al protocollo, a seconda della specifica tematica da affrontare.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl