you reporter

IL RICORDO

Un murale per il grande “Drago”

“Motoring Classic Club Sandro Munari” e bar “In Zona” assieme per una splendida idea

Un murale per il grande “Drago”

Un Murales in onore del “drago” cavarzerano del rally, Sandro Munari: un uomo diventato leggenda. Sandro Munari è stato una vera leggenda cavarzerana, un fuoriclasse che a partire dei primi anni ‘70 si inserì ai vertici della specialità rallistica, interrompendo la supremazia dei grandi campioni nordici, e che nel 1977 conquistò la coppa mondiale “Fia” per piloti rally.

In suo ricordo, Fabrizio Fabio Franchin, presidente del club “Motoring Classic Club Sandro Munari”, il consiglio direttivo e il signor Sandro Maculan - nuovo gestore del bar “In zona” in via Giuseppe di Vittorio nella zona artigianale di Cavarzere - hanno deciso di applicare all’interno del bar un murales in onore del campione cavarzerano.

L’inaugurazione ufficiale del murales (allestito da Andrea Perusin) si è tenuta sabato, con la presenza del direttivo e di alcuni soci del club.

Il “Matoring Classic Club” si è formato nel 2003 a Cavarzere, con l’obiettivo di divulgare la cultura dei mezzi d’epoca, della loro conservazione e recupero, valorizzazione e conoscenza; da allora il club è diventato un’associazione inserita nel territorio che organizza manifestazioni, collabora con altri gruppi ed enti alla gestione di altre manifestazioni, partecipa a raduni, mostre ed eventi legati ai mezzi d’epoca; poi dal 2012 grazie all’autorizzazione di Sandro, la ragione sociale del club è stata modificata in “Motoring Classic club Sandro Munari”, il cui attuale presidente è Fabrizio Fabio Franchin, il vice Alessandro Longhin il segretario è Francesco Pacchiega e il cassiere Alberto Mattiazzi, oltre agli altri membri del consiglio direttivo: Massimo “Bube” Mattiazzi, Amerigo Berton, Claudio Cecchinato, Michele Piva, Stefano Ferrarese, Fabiano Longhin e Luca Finotello.

Nel corso degli anni il club ha organizzato diverse manifestazioni, sia pubbliche che sociali, e la più importante è il raduno di auto e moto d’epoca del 2 giugno, giunto nel 2019 alla 17esima edizione, e sospeso quest’anno per le restrizioni dovute alla pandemia da coronavirus.

Per tre anni, inoltre, è stata anche organizzata una gara di regolarità per vetture d’epoca e moderne.

A questi eventi il “drago” Sandro Munari è sempre stato presente, sino all’anno 2017, quale ospite d’onore, presentandosi come apripista ai cortei guidando ogni anno un’auto diversa tra i modelli pilotati durante la sua eccezionale carriera.

Sandro Munari è nato a Cavarzere il 27 marzo del 1940, e la sua è stata “una carriera fantastica - raccontano i componenti del club - dotato di un talento naturale, di una grande forza di volontà e di un fisico da atleta, dimostrò di essere un pilota intelligente e calcolatore. Ha saputo sfruttare al limite le vetture del gruppo ‘Lancia’, al quale restò sempre legato: dapprima al volante della ‘Fulvia’ nelle varie versioni, poi con la ‘Stratos’. Veloce su qualsiasi terreno, ha vinto quando era difficile, come al Montecarlo del 1972 con la Fulvia, e quando divenne un po’ più facile,con la Stratos quasi ovunque”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl