you reporter

CAVARZERE

L'allarme: "La Cittadella sarà privatizzata"

Il consigliere comunale Emanuele Pasquali lancia l’allarme e chiede subito chiarimenti

L'allarme: "La Cittadella sarà privatizzata"

“La cittadella socio-sanitaria verrà privatizzata e noi consiglieri comunali non siamo stati avvisati. Parlare di sanità non è solo un tecnicismo di date, scadenze e vincoli, ma si tratta anche di capire i bisogni della popolazione. Urge discuterne con i vertici dell’Ulss 3 in commissione consiliare”. E’ il consigliere comunale di minoranza Emanuele Pasquali a inviare al Comune la richiesta di convocazione urgente della seconda commissione consiliare, per discutere della privatizzazione della cittadella socio-sanitaria di Cavarzere.

La richiesta è stata protocollata al Comune di Cavarzere e indirizzata al consigliere comunale Francesco Viola, presidente della seconda commissione consiliare: “La giunta regionale del Veneto il 6 agosto 2020 ha approvato le linee guida per l’alienazione del complesso immobiliare dell’ex ospedale di Cavarzere - si legge nel documento firmato da Pasquali - l’Ulss 3 serenissima in data 22 gennaio ha pubblicato il bando di gara per l’alienazione dell’intera partecipazione societaria della cittadella socio-sanitaria di Cavarzere, nonché per l’alienazione degli immobili dell’ex struttura ospedaliera. Sono con la presente a richiedere la convocazione urgente della seconda commissione consiliare per discutere le importanti decisioni sanitarie e immobiliari che gli organi istituzionali preposti hanno preso per il comune di Cavarzere e per il territorio circostante. Si chiede che alla discussione siano invitati il direttore generale dell’Ulss 3 - il dottor Giuseppe Dal Ben - e i vertici amministrativi dell’azienda sanitaria affinché illustrino le condizioni economiche, sanitarie e sociali che questo bando determinerà”.

Questa la richiesta inviata dal consigliere Pasquali, che interviene: “Spiace come consigliere comunale di Cavarzere venire a conoscenza di questa pubblicazione tramite la stampa. Mi chiedo: possibile che in conferenza dei sindaci non si sia mai parlato delle condizioni del bando di vendita? Per quali motivi i consiglieri comunali non sono stati informati, qualora se ne sia parlato? D’accordo che le linee guida erano state stabilite nella delibera della Regione Veneto di agosto, ma un coinvolgimento formale del Comune in una partita così grande (5 milioni di euro la base d'asta) mi sembrerebbe naturale. Per questo chiedo che il direttore generale dell'Ulss3, Giuseppe Dal Ben, e i vertici amministrativi illustrino nella commissione dedicata quali sono le condizioni di vendita, le prospettive di sviluppo del complesso e per ultimo, ma non per questo meno importante, i servizi sanitari che saranno garantiti alla cittadinanza e al comprensorio che vi gravita - conclude Pasquali - Ritengo che parlare di sanità non debba essere solo un tecnicismo di date, scadenze e vincoli, ma sia anche capire i bisogni della popolazione”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl