you reporter

CONA

Contagio in forte crescita, anche tra i giovani

A rendere noti i dati è il sindaco Alessandro Aggio, che interviene con preoccupazione

Covid, il numero dei casi sale a 38

I numeri dell’emergenza sanitaria stanno tornando purtroppo a crescere: 30 nuovi casi di Coronavirus a Cona, 16 dei quali riguardano minori di 15 anni. Il sindaco Alessandro Aggio interviene: “Non ci sarà la chiusura totale delle scuole elementari e medie, ma la quarantena per le classi che sono state a contatto con persone positive”.

L’aggiornamento dato dall’Ulss 3 per il Comune di Cona riguardante i numeri del contagio descrive la situazione esistente in paese, dove i casi di positività sono in aumento: 30 persone attualmente positive (15 in più rispetto a giovedì scorso), delle quali quali nessuna è ricoverata, mentre sono 199 le persone negativizzate (due in più rispetto a giovedì).

A rendere noti i dati è il sindaco Alessandro Aggio, che con preoccupazione interviene e spiega: “Purtroppo vi è stato un drastico aumento dei casi nel nostro Comune, 16 casi su 30 sono di ragazzi con meno di 15 anni. In questi ultimi due giorni siamo stati in diretto contatto con il dipartimento di prevenzione dell'Ulss3, la dirigenza scolastica e alcuni genitori per avere notizie in tempo reale sui nostri plessi scolastici - ha chiarito Aggio - L'Ulss ha il monitoraggio costante della situazione e non ritiene necessaria la chiusura totale della primaria e delle medie; bensì promuove la politica di agire chirurgicamente prescrivendo la quarantena per le classi che sono state a contatto con persone trovate positive nelle 48 ore successive. Si tratta della quarta e la quinta B della D'Annunzio e la prima della Tito Livio. Le altre classi sono sotto osservazione del dipartimento di igiene che non reputa necessaria la chiusura. Ricordiamoci che il sistema sanitario della nostra regione è uno dei più avanzati al mondo, dobbiamo avere piena fiducia dei professionisti che da un anno stanno vivendo situazioni come questa capitata alle nostre classi”.

“La scuola dell'infanzia è in quarantena e il dopo scuola è sospeso - ha continuato il sindaco - i tamponi al corpo docente dell'asilo e alle suore si sono dimostrati negativi, ma alcuni bambini sono risultati positivi. Fortunatamente il coronavirus si è dimostrato non aggressivo con i soggetti più giovani. Le persone che hanno un familiare positivo in casa devono rispettare la quarantena prescritta dall'Ulss, ricordo che i nostri negozianti forniscono il servizio di consegna spesa a domicilio e la Protezione civile è sempre a disposizione per la consegna dei medicinali. Non abbassiamo mai l'attenzione e non giriamo mai senza: mascherina, gel e distanza di sicurezza”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl