you reporter

Chioggia

L’ira del vescovo: “Offesi e aggrediti”

“Alcuni noti giovani lungo canal Vena mi hanno apostrofato pesantemente dandomi del pedofilo”

L’ira del vescovo: “Offesi e aggrediti”

18/03/2021 - 23:35

Canal Vena nelle mani di vandali e violenti, il vescovo “aggredito” verbalmente: “Sei un pedofilo!”. E la denuncia arriva proprio dal vescovo monsignor Adriano Tessarollo, che in un post su Facebook ha voluto raccontare cosa sta succedendo in una delle zone più belle e caratteristiche di Chioggia, ma in questi ultimi anni poco coinvolta e valorizzata tanto da essere oggetto di numerosi casi di vandalismo.

Giovani violenti conosciuti da tutti padroni di riva Vena e della zona di ponte Zitelle - racconta il vescovo nel suo post - tutti sanno e non osano parlare. Mercoledì sera è passato in quella zona un sacerdote ed è stato molestato. Hanno tentato di strappargli la Bibbia. Ieri sono passato io e mi hanno ricoperto di insulti di ogni tipo dandomi anche del pedofilo. In zona non c’è mai un vigile che passa, chiami la polizia e ti dicono che hanno una sola pattuglia e non possono fare nulla, chiami i carabinieri e ora che arrivano questi sono già ritornati a casa. Questi giovani si atteggiano a signori del luogo e tutti sanno di quanto succede in riva Vena, ma nessuno fa niente. Una vergogna! Quale tutela per i cittadini?”.

Parole molto pesanti che hanno fatto immediatamente il giro del social network e sono state commentate da decine di cittadini. “Fatti molto gravi - sottolinea il sindaco Alessandro Ferro - e credo che alla base di tutto ci sia un disagio sociale e una mancanza di educazione data a questi ragazzi dai genitori, sui cui bisogna assolutamente fare qualcosa. Questi episodi vanno assolutamente condannati”. Ma una possibilità di risalire ai responsabili c’è: in canal Vena sono presenti numerose telecamere ad alta definizione e perfettamente funzionanti. “Il vescovo e il sacerdote coinvolto denuncino i fatti alle forze dell’ordine – sottolinea l’assessore alla sicurezza Marco Veronese – in questo modo gli inquirenti potranno, se necessario, verificare le immagini negli orari in cui si sono svolti i fatti. Le telecamere coprono soprattutto l’area sud di canal Vena, ma se questi giovani scorrazzano per la riva sono sicuramente stati immortalati e si può arrivare ad identificarli”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl