you reporter

Chioggia

“ChioggiaViva non è in maggioranza”

Ranieri e Segantin: “Eleggere il nuovo presidente non è un’apertura da parte del nostro gruppo: è stata una scelta di campo”

“ChioggiaViva non è in maggioranza”

“ChioggiaViva non fa parte della maggioranza, sulla votazione del presidente del consiglio fatta scelta di buon senso civico”. Lo chiarisce l’esponente in consiglio del gruppo (assieme a Leonardo Ranieri) Marcellina Segantin. ChioggiaViva ha votato a favore della nomina a presidente di Maria Chiara Boccato assieme al Pd e al Movimento 5 stelle. Anche il secondo consigliere del gruppo, Leonardo Ranieri conferma che “non si deve pensare che la partecipazione all’elezione del nuovo presidente sia un’apertura da parte del nostro gruppo. Siamo sempre stati critici con questa oramai ex maggioranza, che non ha saputo leggere all’interno del loro gruppo le vere necessità espresse dalla città. Un gruppo politico quello 5 Stelle, che nonostante avesse una maggioranza ‘bulgara’ non ha saputo comprendere l’importanza di ascoltare il mondo civico. Siamo consapevoli, noi di ChioggiaViva che, visto il momento delicato che sta cercando di affrontare l’Italia e la fragilità del tessuto sociale ed economico della nostra città messo in ulteriore difficoltà dalla pandemia, c’è bisogno di scelte coraggiose e responsabili”.

“Quindi - ribadisce - nessun compromesso ma scelte di campo, scelte che impediscano ancora una volta che la litigiosità porti ancora più danno alle nostre imprese ed alle nostre famiglie alla vigilia, fra l’altro, dell’apertura della stagione estiva, stagione determinante per sostenere l’economia ed il tessuto sociale cittadino. Al momento opportuno ci confronteremo con il nostro elettorato e faremo, come sempre, delle scelte libere e democratiche per partecipare alle prossime, oramai imminenti amministrative, sperando che le proposte concrete prendano il posto delle polemiche o delle invidie”.

ChioggiaViva ha come obiettivo in consiglio quello di riaccendere i riflettori su alcune delle tematiche che più stanno a cuore alle imprese economiche della città. “E’ fondamentale per noi – conclude Segantin - arrivare alla rimodulazione delle tariffe Tari e alle dilazioni di pagamento, approvare il nuovo Regolamento edilizio sostenibile comunale, avviare i lavori del primo stralcio del Lungomare Adriatico, approvare il nuovo Regolamento della disciplina delle attività balneari, avviare la Ztl concordando con i commercianti anche la sperimentazione, estendere la gratuità dei plateatici almeno fino al 31 dicembre ed allargare l’utilizzo anche alle categorie artigianali come le gelaterie”. Inoltre “intervenire sul decoro urbano installando le schermature dei cassonetti e lavorare sull’arredo verde, sistemare la viabilità di via Del Boschetto, liberare da cicli e motocicli il centro di Sottomarina concedendo lo spazio pubblico alle attività di ristoro, sorvegliare le zone della città che sono in balia delle scorribande giovanili, aiutare la ripresa economica di riva Vena, stanziare i fondi della Legge speciale per restaurare la Loggia dei Bandi e per finanziare il restauro delle residenze in Centro Storico”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

speciali: TESORI un viaggio tra terra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl