you reporter

CENTRODESTRA

“Con noi la massima esperienza”

“Obiettivi: fusione con Cona, distretti del commercio, sicurezza e lotta al degrado”

“Con noi la massima esperienza”

11/09/2021 - 11:18

Pierfrancesco Munari, presenta la sua lista e sottolinea i punti imprescindibili del programma elettorale. Un “giorno importante”: così è stato definito dal candidato sindaco per il centro destra unito Pierfrancesco Munari. Ieri c’è stata l’ufficialità e la presentazione della lista dei candidati che concorreranno insieme a Munari, ed è stata presentato alla presentazione alla cittadinanza il programma elettorale, concordato da tutti e sedici i candidati. Nella lista, come ha spiegato Munari, si è cercato di inserire la massima esperienza: tra gli altri infatti vi è la presenza di ex sindaci, ex candidati sindaci, ex assessori, ma anche dirigenti di società partecipate.

Sei i punti programmatici definiti imprescindibili dal candidato sindaco: la stabilizzazione della cittadella socio-sanitaria, cosicché il privato possa decidere di acquistare e stabilizzare i servizi, e di conseguenza la politica interverrebbe implementandoli; l’iter per la fusione con Cona, che, come spiega Munari, non consiste nell’obbligare i cittadini alla fusione calando la decisione dall’alto, ma convincere il cittadino e dare uno strumento per decidere quello che potrebbe essere il futuro di Cavarzere.

“Se non ci si porrà il problema del crollo demografico, nel giro di un decennio la popolazione potrebbe scendere al di sotto dei 10mila abitanti - ha dichiarato - Bisogna pensare alle prossime generazioni”. Altro punto, è l’istituzione di un “distretto del commercio”, quindi la possibilità di aderire a bandi e finanziamenti, più altri tre punti fondamentali: tra questi la sicurezza e il degrado, che secondo Munari vanno di pari passo. “Sogno un paese tranquillo, videosorvegliato, e lotterò per debellare le situazioni di degrado”.

E ancora, attuare un “piano Marshall” per l’edilizia residenziale pubblica: “Il comune è proprietario di più di 300 immobili, dei quali alcuni fatiscenti. E’ necessario riqualificare, dismettere e abbattere i ruderi presenti”, ha chiarito Munari.

Il sesto punto è stato chiamato digitalizzazione della pubblica amministrazione: “È necessario ridurre i lunghi tempi d’attesa per i cittadini, oltre a dare un supporto a tutti coloro che non dispongono della connessione internet”.

Munari afferma che - nel caso venisse eletto - la prima cosa che farà sarà aprire le porte del municipio ai cittadini: “La casa comunale è chiusa da più di un anno e mezzo: non credo ci siano rischi ad aprire le porte mantenendo le distanze”.

Altri tra i problemi citati sono stati la fuga dei giovani, gli anziani abbandonati, il trasporto, ma anche la valorizzazione del settore agricolo, sfruttando le opportunità previste dal pnnr che - come ha spiegato - per il Veneto prevede 55 grandi opere, una su tutte la possibilità della romea commerciale.

“Ci sono 44 candidati a consiglieri comunali a Cavarzere - ha concluso Munari - e aldilà degli ideali politici voglio fare i complimenti a tutti: chi vuole mettere a disposizione la sua opera per il paese merita un ringraziamento”.

Durante l’incontro a sostegno del candidato Munari presente anche Marco Dolfin, consigliere regionale leghista, che ha affermato la sua piena disponibilità per la città di Cavarzere.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl