Cerca

La tragedia

Speranze finite: trovato l'elicottero caduto, tutti morti

Tra le vittime anche il pilota Corrado Levorini, spesso in servizio anche con l'Ulss 5.

Speranze finite: trovato l'elicottero caduto, tutti morti

A destra Corrado Levorin, pilota di elicotteri in servizio anche con l'Ulss 5

Speranze finite: tutti morti. Trovati sette cadaveri sul monte Cusna, nell'area in cui, nella mattinata di sabato 11 giugno, è stato individuato il cratere e dei detriti compatibili con quello che era l'elicottero scomparso ormai da giovedì, mentre viaggiava da Lucca a Treviso. Sette in tutto le persone che erano a bordo.

A pilotarlo era il padovano Corrado Levorin, 33 anni, pilota del servizio di elisoccorso a servizio anche dell'Ulss 5 Polesana. Con quattro cittadini turchi e due albanesi, era partito giovedì 9 giugno, alle 9.30 dall’aeroporto di Capannori Tassignano in provincia di Lucca, diretto verso la Marca trevigiana. Il sistema radar ha collocato il velivolo all'altezza del comune di Pievepelago, in provincia di Modena. E proprio in quell'area si sono concentrate le ricerche coordinate dalle prefetture di Modena e Lucca. 

L’elicottero sarebbe dovuto atterrare a a Castelminio di Resana, in provincia di Treviso. A confermarlo la Roto Cart, l'azienda specializzata nella produzione di carta per usi domestici, che aveva noleggiato i voli per i propri buyer dalla Toscana al Veneto. Alle ricerche hanno partecipato gli elicotteri del soccorso alpino, partendo dall'aeroporto civile "Paolucci" di Pavullo e un altro mezzo di soccorso e ricerca dell’Aeronautica militare, oltre che della Guardia di Finanza. Inoltre una serie di squadre a terra per battere il territorio, formate da due dozzine di volontari della Protezione civile regionale dell'Emilia Romagna. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy