Cerca

VENETO

Allarme zecche, ecco come difendersi

Vaccino, ma non solo

Allarme zecche, ecco come difendersi

E' allarme zecche in Veneto. Un inverno con precipitazioni praticamente azzerate e le altissime temperature hanno anticipato la proliferazione degli insetti, con tutte le conseguenze che ne conseguono in termini di rischi per la salute, anche per l'uomo, non solo per gli animali domestici. Il morso di questo parassita, infatti, è in grado di veicolare varie patologie.

Questo non significa che si debba cadere nell'allarmismo, dal momento che si tratta di situazioni note e assolutamente curabili. Tra queste, la cosiddetta malattia di Lyme,  che colpisce il sistema nervoso e come sintomi presenta febbre alta e un tremendo mal di testa, che insorgono in una finestra temporale tra i 3 e i 20 giorni dal morso della zecca.  

E' possibile vaccinarsi per la maggior parte delle malattie che sono veicolate dalle zecche. Inoltre, è possibile anche adottare una serie di precauzioni che abbattono il rischio di essere morsi dalle zecche.

Tra queste, indossare abiti chiari e coprenti e calzature chiuse, applicare sulle parti scoperte del corpo prodotti repellenti per insetti, evitare il contatto con la vegetazione e di sedersi per terra, non addentrarsi nelle zone in cui l’erba è alta al termine di un’escursione controllarsi il corpo, compresa la testa e gli abiti indossati, trattare sempre gli animali domestici (cani) con appositi prodotti contro le zecche.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy