you reporter

Julik tenta la mediazione in casa Pd <br/> "Ingeneroso incolpare Marangon"

38058
PORTO TOLLE - “Mi dispiace che Silvano Finotti, di cui avevo fortemente condiviso il programma politico e programmatico nella relazione d’insediamento, abbia gettato la spugna solo dopo qualche mese di incarico da segretario comunale del Pd di Porto Tolle”.

Julik Zanellato, segretario provinciale del Pd, è amareggiato del passo indietro di Finotti “perché posto in relazione ad una scelta operata dall’assemblea provinciale finalizzata a garantire alle due Unioni comunali presenti in Polesine, quelle di Rovigo e Porto Tolle, una maggiore rappresentatività delle varie sensibilità politiche di cui è naturalmente ricco un grande partito progressista come il Pd”.

“Mi auguro che Finotti, figura autorevole, possa in futuro dare una mano al Pd in altri ruoli - aggiunge Zanellato - ed è ingeneroso attribuire ad Ernesto Marangon la responsabilità delle divisioni che in questi anni si sono venute a creare nel Pd portotollese. Lo conosco bene, vive la politica con grande passione e per amore verso la propria terra, ha voglia di costruire, non di demolire”.
“Sono sicuro che il Pd portotollese avrà la capacità di superare questo momento delicato, anche in funzione del ruolo di governo esercitato nell'amministrazione comunale guidata dal sindaco Claudio Bellan - conclude Zanellato - sono in contatto costante con Massimino Zaninello, presidente dell’assemblea comunale, che in questi giorni procederà ad una serie di consultazioni per verificare la possibilità di nominare a breve un nuovo segretario comunale con un consenso unanime”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

speciali: TESORI un viaggio tra terra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl