you reporter

Alla scoperta del Delta del Po <br/> a bordo delle navi da pesca

42425
PORTO TOLLE - Scoprire il Delta a bordo dei pescherecci. E’ questa la nuova frontiera del turismo nel Basso Polesine. E’ ormai pronto, ai blocchi di partenza, infatti, il progetto di rete turistica nel settore della pesca “Vividelta” coordinato da PolesineLab.

Un progetto presentato lunedì nella sala consiliare del municipio di Porto Tolle, durante un workshop. Si tratta di un’ambiziosa iniziativa che riguarda il pescaturismo, l’ittiturismo e il turismo blu.

L’evento, realizzato grazie al contributo di Adriatic Lng, è organizzato da Confcooperative Federcoopesca Rovigo in collaborazione con Regione Veneto, Parco Regionale del Delta del Po e comune di Porto Tolle.
L’idea di questo progetto è quella di coniugare la pesca ad un concetto più ampio di economia al fine di favorire una rete turistica attraverso itinerari lungo le lagune.

In sostanza, un nuovo progetto turistico che parte dagli stessi pescatori, veri protagonisti della natura deltizia. Per la precisione, sono sette operatori che con grande entusiasmo hanno aderito al progetto: Giancluca Corradin, Rossano Bovolenta, Massimiliano Gibin, Niky Penini, Emanuele Ferro, Alberto Barini, Guerrino Passarella.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl