you reporter

Rosolina-Albarella, strada pericolosa <br/> "No al telelaser, sì alla sicurezza"

44046
ROSOLINA - Più sicurezza, meno telelaser. Si può riassumere così il contenuto della mail inviata da A. M, 41enne di Rosolina, al sindaco del suo comune.
Questo cittadino polemizza su come viene gestita la pericolosa situazione sulla strada che collega Rosolina con Albarella, percorsa ogni giorno da auto che sfrecciano ad alta velocità.

“Caro signor sindaco - si legge nella missiva - Invece di fare le multe con il laser sull'argine di Albarella alle 8 di mattina, mentre i lavoratori si recano al lavoro, metta un tutor fisso dall'inizio alla fine della strada. Chissà che così tutti i macchinoni vadano un po' più piano dei 200 all'ora”.

La strada in questione è uno stretto percorso di circa undici chilometri lungo un argine: “Non c’è nemmeno la striscia centrale che divide le due carreggiate, perché la strada è più stretta di quattro metri”, spiega il 41enne.

E, per A. M, la soluzione adottata dal comune, mettere dei vigili armati di telelaser lungo il tragitto, non serve a nulla se non ad appioppare qualche multa a chi quella strada la percorre tutti i giorni per lavoro.
“Alla mattina, verso le otto, i vigili di Rosolina si nascondono armati di telelaser dietro una curva, dove chi arriva non li vede - rivela il 41enne - Così non si previene nulla, e infatti le auto durante il giorno continuano a correre”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl