you reporter

Finge il furto della sua auto <br/>per 'camuffare' un incidente stradale

Corbola

48503
CORBOLA - I carabinieri di Ariano nel Polesine hanno fatto luce, in pochi giorni, su una denuncia di furto di un'auto, venendo a capo di quella che in realtà si è rivelata una simulazione di reato.

Il 15 ottobre scorso un operaio 43enne di Corbola aveva denunciato all’Arma di Ariano nel Polesine il furto della propria utilitaria. Durante la nottata precedente, in realtà, una pattuglia dei carabinieri aveva già individuato l’automezzo in una circostanza un po’ anomala: la vettura, infatti, era stata rinvenuta incidentata contro un albero della zona artigianale di quel comune, ma non risultava che fosse stato richiesto alcun tipo di intervento né delle Forze dell’Ordine, né tanto meno di personale sanitario.
<
Fin da subito, quindi, la versione dell’operaio è apparsa poco convincente, così gli investigatori hanno opportunamente avviato delle indagini. Ricostruendo poco a poco gli spostamenti dell'uomo, i militari sono riusciti a dimostrare che in realtà il furto non era mai avvenuto: posto l’uomo innanzi al fatto compiuto, l’operaio non ha potuto che confermare la perpetrata simulazione del reato.
Secondo la ricostruzione eseguita dai carabinieri, la sera dell'incidente l'uomo avrebbe litigato con la propria ragazza e per tale motivo sarebbe andato in un locale pubblico, dove si sarebbe intrattenuto a bere. Nel rientrare a casa, l’operaio ha perso il controllo della vettura, fuoriuscendo autonomamente dalla sede stradale: a seguito di ciò, la mattina successiva si è presentato ai carabinieri di Ariano a denunciare il furto dell’auto, per sfuggire alle conseguenze del sinistro, forse connesso ad un eccessivo uso di alcolici.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl