you reporter

Diritti sulle vongole, l'ultimatum<br/>"Trombini ci affidi tutto e subito"

Porto Tolle

48693
PORTO TOLLE - “In qualità di presidente del Consorzio cooperative pescatori del Polesine e per conto di tutto il consiglio di amministrazione che rappresento, chiedo al presidente della provincia di rinnovare quanto prima i diritti esclusivi di pesca all’unico Consorzio che oggi rappresenta la pesca nel comune di Porto Tolle”.

Nessun giro di parole da parte del presidente Roberto Finotello, nessuna apertura nei confronti di qualsiasi altra proposta che non sia quella del Consorzio visto che “qualunque altra decisione diversa, da quella da noi proposta, riteniamo risulti essere pericolosa per il futuro dell’economia e dell’occupazione del nostro comune”.

Secondo il presidente Finotello “il ritardo generato nel rinnovo dei diritti esclusivi di pesca, attualmente in capo al Consorzio pescatori del Polesine, sta creando inutili tensioni fra i pescatori che non si sentono ormai più protagonisti del loro futuro”. Il presidente ricorda la situazione di prorogatio dopo la scadenza dei diritti a fine 2014 “situazione che toglie energie e speranze a tutti”.

“Sembrava che l’ostacolo fosse solo il canone annuo, che con uno sforzo aggiuntivo dei pescatori è stato aumentato da 170mila a 250mila euro annui - prosegue Finotello - ma nell’ultimo tavolo azzurro di giugno proposto dall’amministrazione comunale di Porto Tolle per discutere del rinnovo, la questione si è riaperta letteralmente nonostante avessimo espresso la necessità di garantire un futuro e quindi una programmazione a tutti i 1450 pescatori”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl