you reporter

Treni da terzo mondo, e adesso pure i bus sostitutivi

La segnalazione

78077

27/04/2017 - 18:07

"Dopo mesi e mesi di proteste e appelli, non solo non si vedono i miglioramenti promessi da Sistemi Territoriali sulla linea Rovigo-Verona, ma ora i pendolari dovranno cominciare a fare i conti con gli autobus sostitutivi anche sulla Rovigo-Chioggia".


A raccontarlo, con tanto di foto sulla sua pagina Facebook, Giorgia Businaro, consigliere comunale del Pd a Rovigo ed esponente di spicco di Legambiente.



Era di ieri, tra le altre cose, la notizia di nuovi disagi sulla Rovigo-Verona, causati questa volta da un "portoghese" che non voleva pagare il biglietto per la bici al seguito e le cui proteste hanno costretto il capotreno a chiamare i carabinieri tenendo il treno bloccato nella stazione di Badia Polesine per oltre 20 minuti.


Venti minuti che, sommati ai 15 che aveva già accumulato hanno portato il convoglio a giungere alla fine a Rovigo con 40 minuti di ritardo.



Nulla di strano. Quasi un'abitudine, a sentire i pendolari.

Sempre ieri la segnalazione di un pendolare: sul treno partito alle 15.56 da Verona... ci pioveva dentro.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl