you reporter

Porto Tolle limita l'orario delle Vlt, il Tar "Eccesso di potere"

La sentenza

78754

05/05/2017 - 13:53

Aveva imposto orari di chiusura alle sale slot, ma una ditta di Porto Tolle, la Taurux srl, difesa dall'avvocato Marco Casellato, ha fatto ricorso al Tar Veneto, che ha bocciato su tutta la linea l'ordinanza sindacale, perché viziata da "eccesso di potere, nella parte in cui impone agli esercizi autorizzati restrizioni di orari.



Il Comune, ora dovrà pagare 17mila euro accantonati per il proprio avvocato e altri 2mila per la controparte.



Il Comune in effetti, fail potere di limitare gli orari dei locali dove si gioca d'azzardo e la ratio sta nel fatto che la salute pubblica ha priorità rispetto alla libertà economica.



Tuttavia [bc]on l'ordinanza sindacale di Porto Tolle, a parere del Tar, si discriminano le categorie di commercianti, nonostante gli apparecchi siano uguali. In pratica sale bingo, vlt, agenzie di scommesse e negozi dediti esclusivamente al gioco hanno restrizioni agli orari di funzionamento dei giochi elettronici installati, mentre bar tabacchi ricevitorie, circoli privati ed edicole, o sale giochi tradizionali non sono regolate da alcuna ordinanza del comune.



Secondo l'avvocato Casellato, che ha vinto al Tar, questa rappresenterebbe una grande disparità di trattamento tra categorie commerciali. In teoria, un cliente fino a un certo orario può andare a giocare nelle sale bingo, mentre quando queste per imposizione del Comune sono chiuse, può proseguire al bar o al tabacchi, che queste restrizioni di orario non ha.



Il servizio completo sulla Voce di Rovigo di domani 6 maggio.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Natale con i nostri TESORI
Polesine i nostri primi 70 anni

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl