you reporter

Pescatori di frodo beccati dalla finanza, avevano 130 chili di vongole

Il sequestro

79132

08/05/2017 - 10:28

Pescatori di frodo beccati dalla Guardia di Finanza. Nella notte tra sabato e domenica avevano fatto incetta di vongole veraci nel Po di Levante, in una zona in cui la pesca è vietata.



Ad accorgersi della presenza dei predoni del fiume è stato un militare in appostamento sull'argine sinistro del Po, che li ha beccati con le mani nel sacco, anzi...nelle reti, e ha subito avvertito le Fiamme Gialle di Porto levante.



I finanzieri, intervenuti sul posto, hanno sequestrato le due imbarcazioni usate dai pescatori e circa 130 chili di vongole veraci, contestando inoltre la mancanza sia della scritta identificativa sulle barche, sia dei documenti di bordo.



I predoni, insomma, pensavano di tornare a casa con un bottino che avrebbe fruttato loro un bel po' di soldi, invece, oltre ad affrontare i guai giudiziari e a rinunciare a imbarcazioni e attrezzatura, dovranno sganciare una bella cifra. In questi casi, infatti, la sanzione prevista dalla legge va da un minimo di mille a un massimo di seimila euro.


LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl