Cerca

Restituisce le ampolle rubate 50 anni fa

Rosolina

Restituisce le ampolle rubate 50 anni fa
Le ampolle appartengono alla chiesa di Moceniga. Il ladro resta anonimo.
Le ampolle rubate in chiesa 50 anni fa sono state restituite: il ladro (sconosciuto) chiede perdono. L’associazione di volontariato “Un Cuore da cavaliere”, che ha sede a Rosolina, ha ritrovato un pacchetto, nella sede associativa, contenente due ampolle ed un biglietto di scuse da parte di uno sconosciuto, per fare in modo che siano riconsegnate al legittimo proprietario, cioè alla chiesa di Moceniga.


La chiesa intitolata alla Madonna Immacolata e costruita alla fine del 1700, è stata benedetta dal vescovo monsignor Civran il 29 ottobre 1790. La chiesa venne donata nel 1968 alla diocesi di Chioggia e, dopo un periodo di saccheggi e di atti vandalici, vista la particolarità del luogo di culto e di preghiera, meta oltre che di molti turisti come sosta spirituale ma anche dei fedeli della zona non tralasciando i pescatori delle valli abituali frequentatori, è stata riconsegnata dopo una ristrutturazione nel maggio del 2014.


Il vice presidente coordinatore della donazione, Fabrizio Berton, ha spiegato: “Dopo la donazione di alberi da frutto di aprile dell’anno scorso, insieme al Comune di Rosolina, per ridare un giusto segno di rinascita alla stupenda chiesa di Moceniga, vogliamo ora far ritornare al loro posto le due ampolle”. “Dobbiamo far capire l’importanza che ha sempre avuto questo luogo di culto per tutta la comunità cristiana - dice Berton - Anomalo il ritrovamento delle due ampolle, nella sede dell’associazione da parte di una persona sconosciuta che ha lasciato un pacco con un biglietto dove vi era scritto che le ampolle erano state portate via dalla chiesa di Moceniga circa 50 anni fa e che ora voleva ritornassero al loro posto chiedendone il perdono. Ringrazio, quindi, questa persona che ha avuto il coraggio di fare questo gesto molto importante attraverso la nostra associazione”. La restituzione avverrà nei prossimi giorni nelle mani del sindaco di Rosolina, Franco Vitale, che a sua volta contatterà, per competenza, il Vescovo di Chioggia.



Il servizio sulla Voce del 24 ottobre
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy