you reporter

IL CASO

“Pescatori abbordati e aggrediti”

I due lavoratori professionali: “Presi di mira da un gruppo di sportivi, salvati all’ultimo”.

“Pescatori abbordati e aggrediti”

01/08/2021 - 15:15

“Ai pescatori, che da centinaia di anni lavorano in questo incantevole posto, qui nel Delta, giovedì pomeriggio è successo qualcosa di inquietante”. Comincia così la nota del Comitato pescatori acque interne, che raccoglie quanti esercitano l’attività di pesca professionale sul Po.

“Un pescatore - prosegue il racconto - parte per la sua giornata di lavoro assieme alla moglie: sono tanti anni che abitano qui e lavorano. Pescano cefali, è la stagione. Ad un certo punto vengono avvicinati con forza ed estrema prepotenza da una barca di sportivi che sono a pescare con le loro canne. Questi alzano la voce, minacciano, urlano. I pescatori di mestiere si sentono in pericolo e la moglie sviene a causa del forte spavento, è sotto shock. Il marito cerca di ormeggiare vicino ad una strada per cercare aiuto, fortunatamente lo trova in alcuni passanti che chiamano l'ambulanza e anche i carabinieri. Lui è molto provato per lo stato in cui si trova sua moglie, ma comunque riesce a fare delle fotografie a chi l'ha minacciato. I soccorsi arrivano e prontamente portano la donna all'ospedale: avrà una prognosi di 10 giorni”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl