you reporter

CORONAVIRUS IN ITALIA

Conte firma, riapre tutto anche i centri estivi. Quando? Decidono le Regioni

Firmato il Dpcm presentato ieri sera dal Premier. Confermate aperture e chiusure, novità per i centri estivi

Conte ha firmato il decreto per fermare mezzo Nord Italia

Il presidente del consiglio Giuseppe Conte

Alla fine la firma è arrivata. Dopo una lunghissima trattativa con le Regioni, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha firmato il Dpcm con le misure per la fase 2 che saranno in vigore da domani e che lui ieri aveva annunciato in conferenza stampa a Palazzo Chigi - come riporta La Repubblica.

Il documento si compone di 21 pagine e 11 articoli. Si conferma l'obbligo di restare a casa per chi ha più di 37,5 gradi, l'apertura di parchi, ville e giardini pubblici con un metro di distanza per i frequentatori e due per l'attività sportiva, la ripresa degli allenamenti per sportivi professionisti ma anche la sospensione di eventi e competizioni di ogni ordine e disciplina. Dal 15 giugno poi riapriranno anche i centri estivi "al chiuso o all'aria aperta", ma Regioni e Province autonome possono stabilire date diverse. E tornano anche le manifestazioni pubbliche "soltanto in forma statica" e nel rispetto delle misure di sicurezza.

E se restano chiuse sale giochi, sale scommesse e sale bingo, dal 15 giugno riapriranno teatri, cinema e sale da concerti: il numero massimo di spettatori - con le misure di prevenzioni - sarà di mille per gli spettacoli all'aperto e di 250 per ogni singola sala. Restano sospese "le attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche e locali assimilati, all'aperto o al chiuso, le fiere  e i congressi".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl