you reporter

CORONAVIRUS IN VENETO

Eccellenza Veneta: decuplicata la velocità di analisi

Il nuovo metodo ideato dalla sanità e dalle Microbiologie venete

Eccellenza Veneta: decuplicata la velocità di analisi

Luca Zaia illustra la novità

Una idea semplice, ma di vastissima portata. Un metodo che consente di decuplicare la velocità di processazione dei campioni da sottoporre al test per individuare la presenza del Coronavirus. Un metodo che può trovare applicazione ora che le percentuali di positivi sono davvero minime, rispetto al numero di tamponi complessivo, nell'ordine dell'uno per mille circa.

In sostanza, il principio è quello di analizzare, invece che dieci provette, o campioni, una alla volta, di analizzare il maniera collettiva, mischiando tra loro una parte di ogni provetta. Se il risultato è negativo, significa che tutti e 10 i tamponi sono negativi, altrimenti si procede all'analisi singola delle dieci provette. Chiaro che un processo di questo tipo consenta di funzionare, appunto, a fronte di percentuali basse di positivi.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl